The Magik Way – Recensione: Materia Occulta (1997 – 1999)

The Magik Way è un progetto che nasce sul finire degli anni ’90 da alcuni membri dei Mortuary Drape, storica black metal band alessandrina. “Materia Occulta” è infatti una raccolta di materiale che risale tra il 1997 e il 1999, all’indomani dell’uscita di “Secret Sudaria”. Il lavoro è composto da due parti, “The Magik Way” (comprensivo dei primi quattro pezzi) e “Cosmocaos”, le quali mostrano continuità sul versante lirico ma alcune sensibili differenze da un punto di vista musicale. Innanzitutto dobbiamo precisare che The Magik Way nasce rispondendo alla necessità di sviluppare in modo diverso il percorso di ricerca esoterica svolto dal combo piemontese, che in questa occasione raggiunge il suo apice. I quattro brani iniziali presentano in effetti alcune similitudini con “Secret Sudaria” e si svolgono lungo un black metal rarefatto e terrorizzante, costellato di suoni ambient e momenti di ricerca sonora. La componente metal è comunque più marginale, sebbene non manchi l’inconfondibile trademark degli alessandrini. La ricerca in campo occulto e spirituale è poi accentuata nella parte successiva del lavoro, dove è l’anima ambient/noise a trionfare, perfetto veicolo espressivo delle voci degli spiriti e dei criptici messaggi che si evincono dalle liriche. Un ruolo nevralgico è dato dall’utilizzo di cori cupi e ossessivi, dal missaggio delle voci sovrapposte e dall’intervento di vocalizzi femminili sottili e spaventosi, elementi che sottolineano alla perfezione la natura ermetica ed inquietante di questo album riscoperto a quasi quindici anni dalla sua ideazione. Un lavoro affascinante che non è e non vuole essere di semplice ascolto.

Voto recensore
7
Etichetta: Sad Sun / Audioglobe

Anno: 2013

Tracklist:

01. The Doubt (Il Dubbio)
02. The Dizziness (La Folgorazione)
03. The Sacrifice (Il Sacrificio)
04. The Knowledge (La Conoscenza)
05. I Signori Del Caos
06. Le Maschere Di Pietra
07. L’Icona
08. Gloria
09. Lupenare (La Luna Crescente - Il Caotico Divenire - L’Uomo Con La Falce)
10. Le Prigioni Di Corda
11. La Quiete
12. Trasposizione
13. Mantramime
14. La Caduta
15. Danza Degli Elementi
16. Pianto Ed Estasi
17. Il Tempo Si E' Fermato


Sito Web: http://www.facebook.com/themagikway

andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login