Tyla – Recensione: Live New York Europe (DVD)

Tyla continua a produrre un numero di lavori – tra raccolte e materiale inedito – davvero impressionante. Inevitabile che gran parte delle uscite siano rivolte ad un pubblico fatto di fan sfegatati, e ne è esempio lampante questo DVD. Due concerti acustici o giù di lì, inframezzati da esibizioni in un negozio di musica e in studio, accomunati da una pessima qualità video e audio. Risulta sempre più difficile seguire il percorso del musicista/poeta/artista, la sua ripetuta reinterpretazione di classici del passato che ha caratterizzato le ultime uscite. E’ come se, attraverso le immagini sfocate e il sonoro disturbato di questo DVD, Tyla cercasse di trasmettere quel mix di poesia e fascino del quotidiano in cui sembra immerso, ma ciò non toglie che dovrebbero essere maggiori i motivi per spingere a fare un acquisto del genere.

Unica chicca, la presenza di Spike dei Quireboys, peraltro difficilmente riconoscibile data la penombra in cui si trova. Assieme a lui, Tyla canta ‘Possessed’ e ‘How Come It Never Rains’.

Poco più di un bootleg, oltretutto di scarsa qualità.

Voto recensore
4
Etichetta: Livewire/Frontiers

Anno: 2006


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login