Linea 77 – Recensione: La Speranza E’ Una Trappola

Questo 2012 è stato un anno particolare e ha segnato l’inizio di una nuova era, stessa cosa vale per i Linea77 che durante questo anno hanno subito importanti cambiamenti sia all’interno della formazione, tra cui la dipartita, molto sofferta dai fan, di Emiliano Audisio, voce storica della band, sia all’interno del genere musicale riproposto nei vari anni. E se il 2012 ha portato tanti cambiamenti, il 2013 appena iniziato ha portato “La Speranza E’ Una Trappola”, prima parte di un ep destinato a far riflettere.

Rispetto agli album precedenti qui troviamo una componente elettronica, ben amalgamata, che unisce i nuovi ritmi del momento ad un base rap/ crossover da considerare un loro marchio di fabbrica. Se già in passato i Linea77 sono stati criticati per le loro scelte artistiche, giudicate spesso commerciali, con questo “La Speranza E’ Una Trappola” faranno discutere parecchio e a lungo.

Anticipato da “Il Veleno”, l’ep è costituito da sei tracce che in sé racchiudono sei storie. Bastano pochi secondi dell’intro de “Il Veleno” per capire che questo ep sarà nettamente diverso dai precedenti. Molto aggressivo e carismatico, il pezzo si muove su un ritmo costante e violento scandito da una batteria ben marcata che apre alla voce di Nitto e Dade. Malgrado la resa del pezzo sia ottima, l’eccessiva similitudine fra la voce di Nitto e Dade fa mancare quel contrasto di timbriche che per anni hanno caratterizzato lo stile dei Linea77.

Con “La Musica E’ Finita”, riprendendo in parte un messaggio avviato con “La Nuova Musica Italiana” (contenuta in “Horror Vacui” del 2008, ndr), viene dato spazio ad un’ironia tagliente che con la ripetizione della parola “odio” snocciola, uno ad uno, una serie di stereotipi comuni e soffocanti. Malgrado la musica non sia eccessivamente varia, il vero punto di forza rimane il testo che diviene una vera e propria valvola di sfogo nei confronti di etichette e giudizi che non fanno altro che affossare il sistema musicale. Con “La Speranza E’ Una Trappola”, title track dell’ep, la band dà il meglio di sé omaggiando Mario Monicelli con un testo che, riprendendo l’omonima intervista, è destinato a far riflettere e che si arricchisce di significato mano a mano che lo si riascolta. “Un Uomo In Meno” rappresenta non solo il pezzo migliore di questo ep ma anche uno tra i migliori brani mai prodotti dalla band. Con l’eccezionale presenza di archi, una melodia che dosa bene classico ed elettrico, i Linea77 lasciano una sorta di monito. Testo pregno, musica spessa e una qualità musicale che si sviluppa e amplifica con il tempo. “La Caduta”, brano realizzato in collaborazione con LNRiplay, sancisce in chiave dubstep il massimo dello sperimentalismo della band. Per quanto la canzone possa sembrare insolita e contro i canoni del gruppo, il risultato è disarmante, interessante e da promuovere a pieni voti.

In conclusione, malgrado la mancanza di Emi alla voce sia pulita e pesante, “La Speranza E’ Una Trappola” è una bomba musicale destinata a scoppiare e a detonare in eterno. L’ep rappresenta il rinnovo, la rinascita e la profondità di una band che rende decisamente onore a questo piccolo paesello fin troppo criticato.

Voto recensore
8,5
Etichetta: INRI

Anno: 2013

Tracklist:

01. Il Veleno

02. La Musica E' Finita

03. La Speranza E' Una Trappola

04. Un Uomo In Meno

05. Avevate Ragione Voi

06. La Caduta (feat. LNRiplay)


Sito Web: www.linea77.com

francesca.carbone

view all posts

Scribacchina dal 2008 e da sempre schietta opinionista del mondo musicale. Dagli Iron Maiden ad Immanuel Casto il passo è breve, almeno per me.

2 Comments Unisciti alla conversazione →


  1. Giorgio

    Una recensione che rappresenta perfettamente bene ciò che penso sui “nuovi” Linea77.
    Brava Francesca, anche se io non sento così tanto la mancanza del secondo cantante.

    Reply
  2. Carlo

    LNRipley, mica LNReplay…. azzeccate i nomi dei gruppi, almeno.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi