Courageous – Recensione: Inertia

Molto carini, anche se poi non così coraggiosi, questi Courageous. Tedeschi, al primo lavoro ufficiale (ma hanno un paio di demo ed un paio di autoprodotti alle spalle, sembra), propongono con "Inertia" un buon disco ispirato al metal nordeuropeo di qualche anno addietro, che ricorda fortemente gli ultimissimi Candlemass (il timbro della voce del cantante, sopratutto), ma con pesanti influenze di modernità.

I tempi non sono mai eccessivi, il disco è, seppur non esattamente leggero, decisamente molto melodico; i brani sono ben costruiti ed assai articolati, ed anche se l’influenza dei loro ispiratori si sente abbastanza (altri nomi potrebbero essere, a titolo d’esempio e molto liberamente, Korn, Nevermore, Iced Earth ed i classici del Thrash), ai ragazzi non manca la fantasia, ed anche se la sensazione di già sentito a volte fa capolino i pezzi non puzzano mai di plagio.

Il difetto più grosso dei Courageous è una certa mancanza di personalità, che magari verrà con l’esperienza ma che per adesso limita il risultato del loro lavoro ad un patchwork di materiale altrui, ben assemblato e ben elaborato senza dubbio, ma privo di individualità.

In ogni caso per essere un primo lavoro "Inertia" è un gran bell’oggetto, godibilissimo, c’è gente molto più vecchia di loro che da anni sforna dischi uno uguale all’altro ed ognuno uguale a milioni di precedenti altrui e che, incomprensibilmente, continua a vendere; se siete appassionati del genere lasciate stare l’ultimo disco del solito nome noto e date una possibilità a questi ragazzi, avete una buona probabilità di fare un affare migliore.

Voto recensore
7
Etichetta: Mausoleum / Audioglobe

Anno: 2004

Tracklist: 01. Inertia
02. Trapped
03. Fade Away
04. Together As One
05. Invisible Enemy
06. Tortured By Memories
07. In Doom
08. All These Years
09. The Puppeteer
10. But My Freedom
11. Free Will
12. Tear Off My Mask

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login