Wetton-Downes – Recensione: Icon – Never In A Million Years

Questa volta la magia non riesce. Già il precedente live acustico aveva diviso trasversalmente pubblico e critica, fra gli affezionati – come il sottoscritto – che davano peso alla ritrovata combinazione di due grandi musicisti e chi invece vedeva quella release come bruta operazione commerciale. Inevitabile, in quest’ultimo caso, propendere per la seconda ipotesi. Vuoi perché i pezzi degli Asia sono stati proposti in versione live in troppe altre occasioni, vuoi piuttosto semplicemente perché la qualità della registrazione è pessima (una cosa è non fare troppi ritocchi, un’altra mantenere un suono di batteria imbarazzante), il risultato è comunque che ci troviamo di fronte ad un prodotto insufficiente anche per il fan più sfegatato. Precisiamo subito che, d’altra parte, l’attesa per il prossimo lavoro in studio, ‘Rubicon’, in uscita tra meno di un mese, rimane più che febbrile, ma ciò non basta a far apprezzare questo live.

Fra i successi degli Asia, trovano spazio alcune delle – eccellenti – composizioni da ‘Icon’ e da ‘Rock Of Faith’ (che segnalava il ritorno della partenership tra Downes e Wetton), come ‘I Lay Down’ o ‘Meet Me At Midnight’, che funzionavano però molto meglio nella loro versione originale o in quella intimista del concerto acustico di qualche mese fa. Decisamente fiacca la riproposizione di ‘Let Me Go’. La cosa più interessante, alla fine, risulta ‘We Move As One’, originariamente scritta per Agnetha degli ABBA e qui reinterpretata discretamente da Wetton.

Alla fine, poco più di un bootleg mal riuscito, una parentesi da dimenticare in fretta in attesa del nuovo attesisssimo album in studio, che siamo sicuri ridarà il giusto lustro a due grandissimi artisti.

Voto recensore
4
Etichetta: Frontiers

Anno: 2006

Tracklist: 01. Pane Bruno
02. The Heat Goes On
03. Only Time Will Tell
04. Voice Of America
05. I Lay Down
06. Days Like This
07. Bolero
08. Meet Me At Midnight
09. Never In A Million Years
10. We Move As One
11. Paradox
12. Let Me Go
13. Don't Cry
14. Open Your Eyes
15. The Smile Has Left Your Eyes

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login