Metallus.it

Iron Man – Recensione: I Have Returned

Gli Iron Man non sono certamente quella che si definirebbe una band originale, tanto i nostri sono devoti alla causa dei Black Sabbath. La band è sulle scene da ben vent’anni e ora, questo emblematico “I Have Returned”, segna il ritorno sul mercato discografico dopo una decade di silenzio.

Nonostante la longevità, i nostri sono da sempre dediti a un doom figlio del sound di Tony Iommi e soci: eccoci dunque di fronte a episodi snelli e dall’impostazione molto classica in cui i Sabbath emergono in ogni solco. Il sound è prettamente improntato sulla chitarra, mentre i risvolti psichedelici sono piuttosto ridotti, ma comunque presenti. Al di là di questo gap, il four-piece del Maryland offre comunque una serie di brani estremamente funzionali e gradevoli all’ascolto, interpretati con dovizia dal front-man Al Morris e pregni di atmosfere seventies.

Nulla di più, ma bisogna riconoscere ai nostri una grande disinvoltura nelle composizioni che li porta ad evitare la solita “minestra riscaldata”.

Exit mobile version