Manes – Recensione: How The World Came To An End

Una volta i Manes, suonavano black metal…Già, una volta, perché oggi nel loro sound di metal estremo o classico che sia, non vi è più traccia. Eppure escono per Candlelight e hanno diviso il palco con band ben più avvezze ai gusti di chi abitualmente legge questa testata: My Dying Bride, Red Harvest, Katatonia, Mayhem, solo per citarne alcune. Ma si sa, ormai non è più necessario dedicarsi alle derive più estreme del metal per risultare malvagi e questi sei norvegesi, che a vederli sembrerebbero appena usciti da una spettacolo circense d’avanguardia, lo sanno bene.

‘How The World Came To An End’ è un viaggio allucinante attraverso i meandri dell’elettronica, un seguirsi di crude denunce ai mali del mondo (che finiscono inevitabilmente per soffocarci) con un approccio che ha dell’incredibile. Immaginate infatti un calderone in cui convivono trip-hop, rap e musica techno. Una sorta di crocevia in cui si intersecano echi dei Massive Attack, dei Portishead e dei Gorillaz, senza però uno spiraglio di luce, con un’aggressività di fondo e una malinconia che aleggia per tutto il tempo.

Non aspettatevi chitarre e doppia cassa, ma statene certi: le voci rappate di ‘Come To Pass’ non lasciano scampo e altrettanto le atmosfere liquide e solenni di ‘Transmigrant’, una track che più di ogni altra paga pegno alle atmosfere dei Portishead. Ma se il trip-hop è oggi una componente fondamentale per i Manes, altrettanto lo sono jazz e l’ebm, che rendono un episodio come ‘Last Lights’, quanto di più duttile e onirico ci sia capitato di sentire di recente.

Escludiamo ovviamente una valutazione numerica poiché ‘How TheWorld Came To An End’ esula in toto dalle sonorità qui abitualmente trattate, ma chiediamo ad ogni ascoltatore elastico e curioso di dare una chance a questo disco. Credeteci, fa male, fa maledettamente male.

Etichetta: Candlelight / Audioglobe

Anno: 2007

Tracklist: 01.Deeproated
02.Come To Pass
03.I Watch You Fall
04.A Cancer In Our Midst (Plague One)
05.Last Lights
06.Nobody Wants The Truth
07.My Journal Of The Plague Years (Fuckmensch Warmensch)
08.The Cure-All
09.Transmigrant
10.Son Of Night Brother Of Sleep

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login