Devildriver – Recensione: Trust No One

Settima prova in studio per la truppa capitanata dal carismatico Dez Fafara che, per la seconda volta su Napalm Records, coi suoi DevilDriver sforna questo nuovo “Trust No One”.

Dieci brani in area groove metal e per certi versi, specie dal punto chitarristico, che ammiccano al metalcore melodico più smaliziato, come nell’apertura affidata a “Testimony Of Truth”, poderosa e con riff ben costruiti, o in “This Deception” dove dopo un inizio fra chitarra classica e buzz di sottofondo si dipanano arabeschi di sei corde in grado di decorare la struttura portante della canzone in maniera adeguata; si può trovare anche più tensione, come in “Bad Seeds”, con la sua doppia cassa importante, o nella azzeccatissima “My Night Sky” che rimane facilmente impressa per il suo break electro-industrial che precede una colata di metallo nel finale di partitura.

Se “Daybreak” si candida a miglior pezzo di “Trust No One”, forte del suo assolo epico, della potenza da vendere e delle convincenti soluzioni che danno vita al risultato finale, purtroppo non si può dire la stessa cosa di tutti i rimanenti pezzi: se da una parte la canzone che dà il titolo all’album convince, con un inizio a favore di ascoltatore che verrà poi sostituito da un temporale di doppia cassa e una chitarra che squarcerà il cielo con la sua melodia, ci sono due pezzi prima della conclusione che, insieme a “Above It All” non impressionano e lasciano un po’ d’amaro in bocca; ok, di mestiere, ma già la finale “For What It’s Worth” è di tutt’altra pasta con le voci che si inseguono e il finale con batteria e chitarra in reverse, che fanno venir voglia comunque di riassaporare il brano perchè rimane in mente al contrario dei succitati scialbi interludi.

Un album tutto sommato discreto che mostra i DevilDriver ancora capaci di fare il loro mestiere, a discapito dei cambiamenti di line-up e degli anni che passano: un po’ di rimorso per quei brani fuori fuoco e per la copertina decisamente al di sotto delle aspettative, però, ci sta.

Devildriver - Trust No One

Voto recensore
7
Etichetta: Napalm Records

Anno: 2016

Tracklist: 01. Testimony Of Truth 02. Bad Deeds 03. My Night Sky 04. This Deception 05. Above It All 06. Daybreak 07. Trust No One 08. Feeling Ungodly 09. Retribution 10. For What It’s Worth
Sito Web: http://www.devildriver.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login