Crossfaith – Recensione: Freedom

I giapponesi Crossfaith tornano sulle scene con un EP, a due anni di distanza dal loro ultimo album di studio dal titolo “Xeno”.
Non sappiamo se “Freedom” porrà le basi di un nuovo disco in lavorazione o forse in arrivo, ma in soli tre pezzi conferisce una ventata di aria fresca e incredibilmente electronic alla combo di Osaka.

La title track, “Freedom”, vanta una collaborazione di tutto rispetto con Rou Reynolds degli Enter Shikari, che assicura al pezzo una nota commerciale, americanamente parlando, nient’affatto sgradevole. Il tutto condito con una scarica di adrenalina, che viene smorzata dal ritornello orecchiabile come nella migliore delle tradizioni metalcore. Un pezzo che, dobbiamo dirlo, non sfigurerebbe in un nuovo capitolo della saga cinematografica di “Fast And Furious”.
La stessa energia non manca neppure nelle successive “Rockstar Steady” e “Diavolos”, più spiccatamente elettronica la prima (con qualcosa che ci ricorda la hit di fine anni ’90 “Freestyler” degli Bomfunk MC’s), maggiormente orientata alla componente metalcore la seconda, pur con una strizzatina d’occhio al pop più sfacciato nel refrain.

Bisogna dire che, con “Freedom”, i Crossfaith non mancano di esplorare combinazioni di suoni e stili, senza mai perdere di vista la carica di frenesia e orecchiabilità dei pezzi, seppur nel contesto di soli tre brani di circa tre minuti ciascuno.
Insomma, siamo di fronte ad una strada che ci piacerebbe senza dubbio vedere approfondita e argomentata in un lavoro di portata più ampia.

Voto recensore
-
Etichetta: UNFD

Anno: 2017

Tracklist: Tracklist - 01. Freedom 02. Rockstar Steady 03. Diavolos
Sito Web: http://www.crossfaith.jp/

Ilaria Marra

view all posts

Braccia rubate alla coltivazione di olivi nel Salento, si è trasferita nella terra delle nebbie pavesi per dedicarsi al project management. Quando non istruisce gli ignari colleghi sulle gioie del metal e dei concerti, ama viaggiare, girare per i pub, leggere roba sui vichinghi e fare lunghe chiacchierate con la sua gatta Shin.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login