Christ Agony – Recensione: Christ Agony

Nuova incarnazione dei Christ Agony che, sotto il moniker Union, fanno uscire questo CA, in cui si susseguono otto tracce di classico death metal senza compromessi. I pezzi presenti in questo full si accomunano per contenuto, mid e up tempo si alternano andando a generare composizioni di durata medio/lunga in cui il trio polacco tenta di tessere atmosfere soffocanti senza riuscire a dare alla totalità del lavoro quel tocco distintivo necessario a far risaltare un riffing discreto.

Nonostante registrazione e missaggio siano di buon livello il platter non brilla per impatto e la causa principale sta proprio nella natura delle canzoni che prese singolarmente possono presentare soluzioni interessanti ma sviluppate male e ripetitive tanto da dare un senso di stantio annoiando facilmente già al secondo ascolto. La prolissità dei pezzi non aiuta di certo la causa dell’album composto da tracce che dopo due minuti hanno già detto tutto quello che dovevano senza presentare particolari sorprese.

Altra nota negativa è senz’altro il growl di Cezar, abbastanza noioso ed inadeguato che fa perdere impatto a canzoni già carenti da quel punto di vista. L’idea complessiva è che sviluppato in modo diverso questo Christ Agony avrebbe potuto essere un buon album, non un capolavoro ma di certo nella media, ma le poche idee interessanti si sono perse nella banalità dell’insieme

Voto recensore
6
Etichetta: Agonia Records / Masterpiece Distribution

Anno: 2006

Tracklist: 01. Infernal Storm
02. Eternal Hellbound
03. Evil Curse
04. Hellfire
05. Purified by Hell
06. Horn of Sacrifice
07. Dark Legion
08. Flames of Hate

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login