Celeb Car Crash – Recensione: Mucha Lucha!

Vincitori del “Red Bull Tour Bus” contest i Celeb Car Crash hanno avuto modo di aprire per tre date dei Lacuna Coil e subito dopo di rilasciare il video di “Because I’m Sad”, brano incluso in questo mini ep “Mucha Lucha!”, successore dell’album di debutto del 2013 “Ambush!”.

La formazione è attiva dalla fine del 2012 e ritorna in pista in attesa del nuovo full-length previsto per l’autunno con questo dirompente mini ep in cui emerge un sound deciso e strutturato che richiama fortemente ad un pregevole alternative rock di matrice americana soprattutto nell’opener, pezzo con un incredibile appeal commerciale e che oltre oceano potrebbe davvero fare sfaceli nelle radio dei college statunitensi. La successiva “Next Summer” è più hard rock oriented, più grintosa ma riesce anche a dare risalto alla parte melodica del pezzo che è la colonna portante di questa composizione che sfocia poi in un ritornello irresistibile e di facile memorizzazione. In chiusura troviamo “iAdios Talossa (tututu)”, probabilmente il brano migliore, il più maturo, un buon esempio di electric-rock a stelle e strisce che, astutamente strizza l’occhio alle sonorità delle band di Seattle, assorbendo la rabbia e l’irruenza di quella corrente musicale ma mantenendo sempre la sua identità ben precisa.

Un ep questo “Mucha Lucha!” che ci fa ben sperare per il futuro e attendere con impazienza l’arrivo dell’autunno, se queste sono le premesse sentiremo parlare a lungo di questi Celeb Car Crash.

Voto recensore
7
Etichetta: Sliptrick Records

Anno: 2015

Tracklist:

01. Because I’m Sad
02. Next Summer
03. iAdios Talossa (tututu)


Sito Web: http://www.celebcarcrash.com/

eva.cociani

view all posts

Amo la musica a 360 gradi, non mi piace avere etichette addosso, le trovo limitanti e antiquate, prediligo lo street, il glam e anche il goth, ma non disdegno nulla basta che provochi emozioni. Ossessionata dalle serie tv, dalla fotografia, dai viaggi e dai live show mi identifico con il motto: “Live the life to the fullest”.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login