Bangalore Choir – Recensione: Cadence

Non starò qui a magnificare sul debutto dei Bangalore Choir, ormai sono passati 18 anni, ma “On Target” del 1992, fu uno degli ultimi esempi di grande hard-rock melodico pubblicato su major, prima che la iattura del grunge iniziasse a mietere vittime su vittime, loro compresi. David Reece formò la band nel 1990 a L.A., dopo la sfortunata parentesi dietro il microfono degli Accept su “Eat The Heat”, l’album più “class metal”, “americano” e snobbato del gruppo teutonico. Ora rimessa in moto la macchina e pianificato già diverse date in Europa fino alla fine dell’anno, AOR Heaven rilascia questo secondo “Cadence”. Diciamo subito che David insieme alla sua allegra banda di rocker (guardando la cover del disco, non si direbbe) rispetta le promesse del debutto e ,pur non essendo così grande, il livello è comunque molto alto. Dopo un breve intro si parte alla grande con “Power Trippin”, canzone semplice che va dritta al sodo, il tipico anthem insomma, dove nella voce di Reece è facile riscontrare delle similitudini con quelle di David Coverdale o Danny Vaughn. “Martyr” è sicuramente un highlight del disco, melodica, rasenta l’AOR, potrebbe essere un perfetto singolo da spingere in classifica, se ancora si vendessero i dischi. L’album è pieno di hard-rock song di qualità, con cori potenti, riff tecnici e suadenti ed eccellenti ritornelli, nella vena di Whitesnake, Tyketto, Dokken. Le mie tracce preferite sono sicuramente “Survival Of The Fittest”, con dei passaggi melodici veramente notevoli e “Sweet Temptation” anch’essa molto zuccherosa, audace, sfacciata. La produzione pur pulita e cromata, dà all’album un suono duro e assolutamente moderno. Come tutti i grandi dischi,“Cadence” rivela la sua forza dopo diversi ascolti, così se all’inizio vi sembrerà di avere a che fare con un ottimo album, dopo un po’ capirete di avere tra le mani uno dei migliori lavori di hard-rock melodico usciti quest’anno. Ottima seconda partenza per questi Bangalore Choir e datemi retta insieme a “Cadence” fate vostro anche “On Target”, ristampato in questi giorni sempre da AOR Heaven, avrete di che gioire!

Voto recensore
7
Etichetta: AOR Heaven

Anno: 2010

Tracklist:

01. Wahzoo City (intro)

02. Power Trippin’

03. Martyr

04. Living Your Dreams Everyday

05. Survival Of The Fittest

06. Tomorrow

07. Heart Attack & Wine

08. Still Have A Song To Sing

09. Dig Deep

10. Never Say Goodbye

11. Sweet Temptation

12. High On The Clouds

13. Spirits Too They Bleed

14. Surrender All Your Love


Sito Web: http://www.myspace.com/officialbangalorechoirpage

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login