Isole – Recensione: Born From Shadows

“Born From Shadows” segna il ritorno degli Isole, act svedese al suo quinto studio album. L’ensemble propone un doom metal di stampo classico, influenzato in primis dai Candlemass, dai quali ricalcano gli elementi più epici ed enfatici dei brani. Ne è un perfetto esempio l’opener “The Lake”, che si distingue per i suoi tipici tappeti di riff cadenzati come si addice al genere ma altrettanto “freddi” nella loro monolitica malinconia, indice della provenienza geografica dei nostri. A dare un tocco di personalità al sound degli Isole interviene poi l’alternarsi delle due voci, quella lirica ma possente di Daniel Bryntse e il growl del bassista Henka, che questa volta entra in scena con più continuità a rispolverare il passato death metal del gruppo, ad esempio nell’ottima titletrack. La chitarra acustica arriva spesso sul finale delle canzoni ad ammorbidirne la rigorosità, ritagliandosi un ruolo primario nella suite “My Angel”, sorprendentemente delicata, mentre le atmosfere funeree ed arrendevoli di “When All Is Black”, ci guidano verso la fine di un ascolto emozionante, ideale per i seguaci della musica del destino quando sposa il suo animo più antico a una produzione e un contesto sonoro al passo con i tempi. L’unico appunto che possiamo fare agli Isole è il fatto di non aver compiuto una benché minima evoluzione rispetto al passato recente, ma alla luce della convincente vena compositiva, non parrebbe necessario. Speriamo solo che continuino sempre così.

Voto recensore
7
Etichetta: Napalm Records / Audioglobe

Anno: 2011

Tracklist:

01. The Lake (07:14)

02. Black Hours (07:11)

03. Born From Shadows (09:28) 

04. Come To Me (06:50)

05. My Angel (10:32)

06. Condemned (08:50)

07. When All Is Black (05:29)


Sito Web: http://www.forevermore.se/

1 Comment Unisciti alla conversazione →


  1. Scarletlake

    Credo che l’eccessiva lunghezza dei pezzi nuocia un po’ alla proposta, che rimane tuttavia elegante e godibile.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login