Blood Red Throne – Recensione: Imperial Congregation

I norvegesi Blood Red Throne tornano sulle scene in questo 2021 grazie a Nuclear Blast, realizzando così un ulteriore step in avanti per la band capitanata da Død.

La loro proposta old school death metal viene arricchita da diverse spruzzate melodic sparse qua e là durante la track-list, rendendo l’album molto meno monotono del previsto.

Imperial Congregation” conferma l’ottima forma della band, ma non è sufficiente per lanciarli dritti sul trono del death. Purtroppo proporre questo genere nel paese del black metal per eccellenza ha ostacolato non poco la nomea dei Blood Red Throne, lasciandoli quindi come formazione quasi di nicchia.

Detto ciò, l’album spicca per la sua produzione davvero ben equilibrata e mai troppo sintetica o “plasticosa”. Questo perché è lo stesso Død che ha seguito tutte le fasi del disco, potendo così dargli un’anima personale senza dover dipendere da pre-set vari all’interno dei pacchetti software più blasonati negli studi di registrazione. Il tutto è perfettamente finalizzato poi da Ronnie Björnström, che conclude un lavoro meticoloso nei migliori dei modi.

L’unico aspetto che reputo monotono è il comparto vocale di Yngve, che non muta quasi mai. Fosse stato anche leggermente più vario in determinati brani, “Imperial Congregation” sarebbe risultato sicuramente più dinamico e d’impatto.

È un album molto canonico, che non esce troppo dagli schemi, indirizzato ai fan duri e puri del genere che non ammettono troppi scivoloni al di fuori del seminato death metal. I pochi momenti più groove, come in “Transparent Existence” e in “6:7”, uniti ad alcuni altri riff melodic, rendono tutto il boccone meno ripetitivo.

Non un album sensazionale, ma un buon lavoro death metal, che esalta più di tutto le capacità di produzione e mixaggio di Død. Finalmente un disco che suona come si deve e non si adatta alla moda dei tempi.

Etichetta: Nuclear Blast Records

Anno: 2021

Tracklist: 01. Imperial Congregation 02. Itika 03. Conquered Malevolence 04. Transparent Existence 05. Inferior Elegance 06. We All Bleed 07. 6:7 08. Consumed Illusion 09. Hero-Antics 10. Zarathurstra
Sito Web: https://www.bloodredthrone.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login