Airborn – Recensione: Against The World

Debutto condito da sfavillanti prospettive per gli Airborn, combo italiano capitanato da Alessio Perardi, che ha deciso di spostarsi in Germania ed affidarsi ad uno dei produttori fra i più famosi in ambito power, ossia Piet Sielck. Ovviamente il sound degli Airborn comporta un mix fortissimo di sonorità che vanno da Gamma Ray ad Iron Savior, da Judas Priest ad Accept (per i brani più cadenzati). Di fatto l’album fa emergere un buon numero di track accattivanti, come la bellissima ‘The Hero’ (pezzo immediato, che colpisce subito, dotato di un coro assimilabile e godibile… molto Gamma Ray style) o la veloce ed iper melodica ‘Freedom To The World’. Il buon Piet si esibisce come cantante in ‘Wings’, che presenta ottimi riferimenti alla propria band. I difetti però ci sono e non sono trascurabili. Alessio suona benissimo la chitarra ma si esibisce anche al microfono, con risultati veramente insufficienti. Poco carisma, poche doti… insomma… i brani non decollano come dovrebbero. Inoltre in alcuni pezzi sorge spontaneo domandarsi se Piet non abbia esagerato nel plasmare il sound degli Airborn in linea con quanto proposto dalle band che ho citato, richiamando spesso il concetto “clone con poca personalità”. Infine anche i testi sembrano, guarda caso, ispirarsi a tematiche fantascientifiche. Resta il fatto che molte song risultano piacevoli ed orecchiabili.

Voto recensore
6
Etichetta: Remedy

Anno: 2002

Tracklist:

Tracklist: Infernal Machine / Against The World / Born To Fly / The Hero / Projectyle / Cry Now / New Hope / Wings / Return To The Sky / No More Kings / Freedom To The World / Sky City / Infernal Machine Two


leonardo.cammi

view all posts

Bibliotecario appassionato a tutto il metal (e molto altro) con particolare attenzione per l’epic, il classic, il power, il folk, l’hard rock, l’AOR il black sinfonico e tutto il christian metal. Formato come storico medievalista adora la saggistica storica, i classici e la letteratura fantasy. In Metallus dal 2001.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login