All That Remains – Recensione: The Order Of Things

Il metalcore degli All That Remains si tinge sempre più di hard rock melodico e modern heavy metal, portando alla nostra attenzione un nuovo disco a tratti troppo zuccheroso e prevedibile, ma comunque apprezzabile. “The Order Of Things”, settima fatica per la band del Massachussets, pare fatto apposta per conquistare larghe fette di pubblico anche al di fuori del rock duro, puntando su tante canzoni dall’appeal radiofonico, immediate e di facile presa.

L’attacco del platter è all’insegna della melodia e dei ritornelli estremamente catchy: ad eccezione della rocciosa “No Knock”, le tracce d’apertura “This Probably Won’t End Well”, “Divide” e “The Greatest Generation” sono pezzi studiati alla perfezione per pizzicare con facilità l’emotività degli ascoltatori. Questo coinvolgimento al limite dell’AOR raggiunge il suo culmine con la power ballad “For You”, già sentita, ma pregevole nel suo lavoro di chitarre e nel suo crescendo in traiettoria di refrain. “A Reason For Me To Fight”, “Victory Lap”, “Pernicious” e “Bite My Tongue” riportano il timone verso lidi più prettamente metalcore e ci mostrano un riffing e un cantato finalmente più aggressivi. Il finale non ci offre più grosse sorprese, ad eccezione forse della lunga e meno diretta “Criticism And Self Realization”.

“The Order Of Things” sarà anche costruito a tavolino finché si vuole, ma dobbiamo ammettere che funziona. Gli All That Remains, dal canto loro, hanno un bel carnet di nuove canzoni da far cantare in coro ai fan durante i concerti. E’ proprio questa facilità d’assimilazione che caratterizza i nuovi brani, in conclusione, la carta vincente che può proiettare il gruppo americano verso un pubblico davvero vasto.

Voto recensore
6,5
Etichetta: Razor & Tie

Anno: 2015

Tracklist:

01. This Probably Won’t End Well
02. No Knock
03. Divide
04. The Greatest Generation
05. For You
06. A Reason For Me To Fight
07. Victory Lap

08. Pernicious
09. Bite My Tongue
10. Flat Empire
11. Tru-Kvlt-Metal
12. Criticism And Self-Realization


Sito Web: http://www.allthatremainsonline.com

matteo.roversi

view all posts

Nerd e metallaro, mi piace la buona musica a 360 gradi e sono un giramondo per concerti (ma non solo per questi). Oltre al metal, le mie passioni sono il cinema e la letteratura fantasy e horror, i fumetti e i giochi di ruolo. Lavorerei anche nel marketing… ma questa è un’altra storia!

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi