AAVV – Rock’N’Roll Rebels & The Sunset Strip Volume 1 – Recensione: Rock’N’Roll Rebels & The Sunset Strip Volume 1

La Eonian Records è una etichetta indie Americana fondata nel 2008 e specializzata in hard rock classico che ha la peculiarità di riscoprire preziose gemme del passato e gruppi il cui materiale è estremamente raro e talvolta neanche mai rilasciato sul mercato.

Questa volta la label di Indianapolis ha fatto davvero le cose in grande pubblicando questo “Rock’N’Roll Rebels & The Sunset Strip Volume 1” che vede trentasei gruppi provenienti dagli anni ottanta, inizi anni novanta alle prese con ben settantadue brani originali, rimasterizzati digitalmente, composizioni per la maggior parte mai sentite prima destinate per le orecchie dei grandi dell’industria discografica nel tentativo di ottenere l’agognato record deal. Ad accompagnare tutto questo troviamo anche un libretto dettagliato di sessanta pagine a colori corredato di foto di ogni gruppo e la narrazione di due nomi noti del Sunset Strip: Johnny X dei The Wild e Adam Gifford dei Paradise.

Come tutti sappiamo o dovremmo sapere il Sunset Strip è il nome che è stato dato al tratto di strada di circa due chilometri e mezzo che va dal Sunset Boulevard e si estende fino al confine orientale di West Hollywood con Hollywood a Havenhurst Drive fino al suo confine occidentale con Beverly Hills a Sierra Drive. Ma è soprattutto conosciuto per una serie di locali come il The Roxy, il Troubadour e il Whiskey A Go-Go che nel corso degli anni ha portato alla ribalta nomi ora storici come i Motley Crue, i Poison, i Guns N’ Roses, i Faster Pussycat e tantissimi altri. Ad affiancare questi grandi nomi in quel periodo erano presenti anche altre formazioni che non hanno però raggiunto il loro stesso livello di notorietà e in questo “Rock’N’Roll Rebels & The Sunset Strip Volume 1” viene dato spazio proprio a queste band. Su tutti spicca la rocciosa “Shootin’ Daggers” dei Rattlesnake Shake influenzata dal sound dei migliori L.A. Guns e la funkeggiante “Get Down 2 Night” dei The Wild. Ma come non citare le due vincenti composizioni dei Blackboard Jungle, la grintosa “Paint You A Picture” e la sinuosamente provocante “Chicago”, o anche i due pezzi degli Hollywood Rose (formazione che è meglio nota per aver rappresentato la fase embrionale dei Guns N’ Roses) “Sweet Little Angel” e “Come A Little Closer”. “Dirty Money” dei Dallas Dollz è caratterizzata da riff elementari, vocalizzi rozzi e energici ma anche da una genuina bad attitude che riesce a smuovere l’ascoltatore, così come “Betty Blue” dei Shake City che preme il piede sull’acceleratore e ci catapulta direttamente su una delle freeway californiane.

E’ impossibile menzionare uno ad uno i brani dei trentasei gruppi presenti, ma va comunque sottolineato il grande lavoro svolto dalla Eonian Records nel ridare lustro a nomi magari dimenticati dai più anche se prettamente di nicchia. Un’uscita consigliata soprattutto agli amanti del genere e ai nostalgici dei fasti del magico Sunset Strip.

Voto recensore
7
Etichetta: Eonian Records

Anno: 2015

Tracklist:

Rock'N'Roll Rebels & The Sunset Strip Volume 1 – Discs One & Two

Rock'N'Roll Rebels & The Sunset Strip Volume 1 – Discs Three & Four


Sito Web: http://www.eonianrecords.com/

eva.cociani

view all posts

Amo la musica a 360 gradi, non mi piace avere etichette addosso, le trovo limitanti e antiquate, prediligo lo street, il glam e anche il goth, ma non disdegno nulla basta che provochi emozioni. Ossessionata dalle serie tv, dalla fotografia, dai viaggi e dai live show mi identifico con il motto: “Live the life to the fullest”.

2 Comments Unisciti alla conversazione →


  1. Giovanni

    Vorrei sapere se è possibile acquistarlo e come devo fare,grazie.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi