Nightglow – Recensione: Orpheus

Vatti a fidare delle pubblicità. La Bakerteam Records ha descritto il secondo album dei Nightglow come un mix di power ed epic metal, ma, appena ho premuto il tasto play dello stereo, mi sono trovato di fronte ad un heavy thrash con influenze americane, tutto muscoli e rabbia. La mancanza di affinità con il genere e le aspettative che nutrivo nei confronti di un prodotto di tutt’altro stile mi ha spiazzato non poco in fase di recensione. La qualità della musica della band  emiliana è sicuramente di buon livello e potrà trovare il gradimento dei fan del power made in USA e del thrash moderno.

Scream vocals e parti più melodiche esplodono nell’opener “Infection”, per quello che sarà un segno distintivo nel prosieguo di “Orpheus“. I Nightglow, pur affondando le proprie radici nel metal ottantiano, suonano dannatamente moderni nelle chitarre e nella produzione, viaggiando su ritmiche a palla di cannone e rallentando solo nella title track finale, in cui compare anche una voce femminile ed in “Stay With Me”, una ballad piuttosto canonica, a dire la verità.  “Orpheus” è un lavoro omogeneo, compatto nella sezione ritmica, e versatile nel cantato, sembre in bilico tra passato e futuro. Se per il sottoscritto questa può essere vista come una mancanza di coraggio nel decidere da che parte stare, per quelcun altro potrebbe risultare un punto a favore. In fondo anche i nostrani Arthemis hanno reso questa caratteristica un proprio marchio di fabbrica, assai apprezzato dai fan.

“Orpheus” propone song indiavolate e graffianti, che dal vivo funzioneranno a meraviglia. E i Nightglow potranno sicuramente piacere a quella fetta di estimatori dell’heavy metal privo di fronzoli ed arrangiamenti, suonato con la rabbia giusta, strizzando, di tanto in tanto, l’occhio alla melodia.

Voto recensore
6
Etichetta: Bakerteam Records / Audioglobe

Anno: 2014

Tracklist:

01. The Infection
02. Psychotropic
03. Lead Me
04. Scream
05. Fuck You
06. Liar
07. Stay With Me
08. Bloodway
09. On My Knees
10. Orpheus


Sito Web: www.nightglow.it

alessandro.battini

view all posts

E’ il sinfonico della compagnia. Dai Savatage ai Dimmu Borgir, passando per i Rhapsody, predilige tutto ciò che è arricchito da arrangiamenti sontuosi ed orchestrazioni boombastiche. Nato e cresciuto a pane e power degli anni ’90, si divide tra cronache calcistiche, come inviato del Corriere Dello Sport, qualità in azienda e la passione per la musica. Collezionista incallito di cd, dvd, fumetti, stivali, magliette dei concerti, exogini e cianfrusaglie di ogni tipo, trova anche il tempo per suonare in due band.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi