Metallus.it

Uriah Heep – Recensione: Live At Koko

Disponibile in BluRay, doppio CD e DVD, triplo LP, “Live At Koko” documenta l’esibizione degli Uriah Heep al Koko di Londra il 4 marzo 2014. Una band che da sempre ha messo la sostanza al centro della proposta musicale, e questa ne è una fotografia piuttosto fedele, che accanto alla vetrina per un repertorio di primo rispetto – che ha avuto la sola “sfortuna” di vedere la luce, originariamente, in un periodo in cui gli Uriah Heep erano costretti a vivere all’ombra di mostri sacri come Deep Purple e Led Zeppelin, tanto per citarne un paio – coglie l’occasione per mettere in mostra pure qualche nuovo brano.

Come il vino buono, le canzoni della band capitanata da Mick Box migliorano con il passare degli anni. In particolare il secondo CD di classici ne contiene parecchi, e senza offesa alcuna per una produzione recente più che buona – specie se paragonata ad altre band che preferiscono vivere sugli allori – sono proprio i pezzi più noti, interpretati da una line up (accanto a Box ci sono Trevor Bolder, un Bernie Shaw efficace ma provato in alcuni frangenti, Phil Lanzon e Russell Gilbrook) in ottima forma, a funzionare meglio e ricordarci una volta di più il valore degli Uriah Heep. Tra i brani degli ultimi anni, vale la pena menzionare su tutte la sincopata “One Minute”, vero e proprio nuovo classico, e da sola testimonianza di come la classe non sia acqua.

Exit mobile version