Obituary – Recensione: Inked In Blood

Non giriamoci troppo intorno: cosa pensate di aspettarvi da un nuovo album degli Obituary se non la consueta dose di death metal brutale e ignorante? “Inked In Blood” non deluderà ovviamente le aspettative dei die-hard fan e allo stesso tempo non convincerà coloro che da anni considerano la band fin troppo granitica e immutabile. Al di là di come la si pensi, il disco è comunque a tratti godibile e ben prodotto.

La partenza direttissima con la trascinante “Centuries Of Lies” colpisce nel segno grazie alla sua potenza e immediatezza, poi si viaggia però a ritmi meno sostenuti e coinvolgenti della norma per le quattro tracce successive. “Violence” fa fortunatamente risalire l’adrenalina proponendoci il classico tiro della band, la title track è invece di nuovo un pezzo più lento, ma ben studiato ed efficace. La seconda parte del disco non ci regala più grosse sorprese, risulta anzi un po’ deludente a causa dell’eccessivo insistere su brani non troppo veloci e abbastanza ripetitivi. Quando il gruppo si ricorda però come si picchia a dovere, come nel caso della canonica ma riuscita “Minds Of The World”, la situazione migliora notevolmente.

Inutile ripetervi che il combo della Florida, ancora una volta, non ha creato nulla di stupefacente o straordinario. Come onesti e abili artigiani, gli Obituary mettono la loro maestria al servizio degli aficionados delle tradizionali sonorità death, dando vita a un nuovo capitolo discografico di mestiere, ma soddisfacente. Quel che serve, insomma, per partire con un nuovo tour e mantenere il proprio zoccolo duro di fan.

Voto recensore
6
Etichetta: Relapse Records

Anno: 2014

Tracklist:

01. Centuries Of Lies
02. Violent By Nature
03. Pain Inside
04. Visions In My Head
05. Back On Top
06. Violence
07. Inked In Blood
08. Deny You
09. Within A Dying Breed
10. Minds Of The World
11. Out Of Blood
12. Paralyzed With Fear


Sito Web: http://www.obituary.cc/

matteo.roversi

view all posts

Nerd e metallaro, mi piace la buona musica a 360 gradi e sono un giramondo per concerti (ma non solo per questi). Oltre al metal, le mie passioni sono il cinema e la letteratura fantasy e horror, i fumetti e i giochi di ruolo. Lavorerei anche nel marketing… ma questa è un’altra storia!

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi