Sebastian Bach – Recensione: Child Within The Man

Per molti Sebastian Bach è l’unica e indiscussa voce degli Skid Row; non importa quanti bravi cantanti siano passati nella band capitanata da Rachel Bolan, nessuno potrà mai eguagliare il carisma dell’istrionico e scatenato frontman. Infatti, ogni volta che si verifica un allontanamento o abbandono dietro al microfono del gruppo, si riapre il toto scommesse sul possibile rientro di Bach, per ora senza successo. Dal canto suo Sebastian nel corso degli anni non si può dire sia stato con le mani in mano, anzi ha rilasciato diversi album solisti e poi ha fatto la storia come primo cantante heavy metal a Broadway con la sua interpretazione in “Jekyll & Hyde: The Musical”, oltre a ruoli da protagonista nel “Rocky Horror Picture Show” e “Jesus Christ Superstar”, senza dimenticare le sue apparizioni in svariate serie tv come “Una mamma per amica”, “Trailer Park Boys”, “The Masked Singer”, “Hell’s Kitchen” e altre ancora.

Ora lo troviamo nuovamente alle prese con un nuovo album solista, “Child Within The Man”, definito da Bach come “un album in lavorazione da più di dieci anni” dove è alle prese con quello che ama fare di più e cioè scrivere musica, musica che per lui è stata fondamentale durante il periodo del lockdown e che gli ha dato forza e la giusta determinazione per affrontare quel periodo difficile. Infatti, ascoltando queste undici tracce si può sentire la voglia di rinascita dell’artista, la positività e la forza che emerge dalle composizioni,  il rock n roll che ti mantiene giovane come un elisir dell’eterna giovinezza. L’album è stato registrato in Florida, prodotto e mixato da Michael “Elvis” Baskette (Alter Bridge, Mammoth WVH) e vede in formazione Devin Bronson (chitarra), Todd Kerns (basso) e Jeremy Colson (batteria).

L’album si apre con la rocciosa “Everybody Bleeds”, dal ritmo frenetico e irresistibile, sostenuta dall’inconfondibile ugola di Bach, davvero in gran spolvero, seguita dall’up tempo “Freedom”, dove troviamo l’amico John 5 alla chitarra in un brano che convince al primo ascolto, potente, serrato e che sicuramente nella dimensione live farà faville. “(Hold On) To The Dream” inizia come una possibile ballata prima di cambiare pelle e virare in modo robusto e vigoroso con la voce di Bach che muta continuamente in un crescendo emozionale davvero d’effetto. “What Do I Got To Lose?”, scelto come primo singolo, è una composizione scritta assieme a Myles Kennedy (Alter Bridge, Slash) e già dal titolo riassume benissimo il pensiero del cantante, cosa ha da perdere? Niente , ma anche molto, a suo dire, un pezzo per ritornare in grande spolvero e spaccare come ai vecchi tempi. E possiamo dire che ci riesce perfettamente, merito di un ritornello accattivante che si stampa subito in testa e di una ottima ritmica, dinamica e vigorosa. Con “Hard Darkness” ci si inoltra in territori più metal e dal mood più cupo e malinconico, mentre nella ruffiana “Future Of Youth” troviamo la partecipazione di Orianthi che da il suo apporto in un’altra composizione di ottimo livello.

Si continua a ritmo serrato con “Vendetta”, mentre  “F.U.” (l’acronimo di Fake You”) è un hard rock stradaiolo e beffardo impreziosito dall’assolo dell’amico Steve Stevens (Billy Idol) che è la ciliegina su una torta già corposa e saporita. La tripletta finale è composta da “Crucify Me”, dal retrogusto più modernista, dalla cadenzata “About To Break” e dalla ballad “To Live Again” con un Bach sugli scudi. Questo “A Child Within The Man” è davvero un ottimo come back da parte di Sebastian, dove mixa con disinvoltura entità sonore ottantiane, che sono insite nel suo dna, a un sound più maturo e al passo con i tempi, rendendo queste undici composizioni fresche e coinvolgenti. Abbiamo atteso dieci anni per ascoltarle, ma ne è decisamente valsa la pena.

Etichetta: Reigning Phoenix Music

Anno: 2024

Tracklist: 01. Everybody Bleeds 02. Freedom 03. (Hold On) To The Dream 04. What Do I Got To Lose? 05. Hard Darkness 06. Future Of Youth 07. Vendetta 08. F.U. 09. Crucify Me 09. About To Break 11. To Live Again
Sito Web: https://linktr.ee/sebastianbach

eva.cociani

view all posts

Amo la musica a 360 gradi, non mi piace avere etichette addosso, le trovo limitanti e antiquate, prediligo lo street, il glam e anche il goth, ma non disdegno nulla basta che provochi emozioni. Ossessionata dalle serie tv, dalla fotografia, dai viaggi e dai live show mi identifico con il motto: “Live the life to the fullest”.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi