Krystal System – Recensione: Rage

Quando si dice una lieta sorpresa. Alfa Matrix pubblica in questi giorni “Rage”, nuova fatica del duo francese Krystal System, un album di industrial rock/metal davvero ottimo, con tutti i crismi che rendono una release di questo panorama appetibile per un pubblico vasto. I nostri due giovani cugini d’oltralpe optano per un sound fruibile e disincantato, ma bilanciano alla perfezione l’orecchiabilità a un vasto bacino d’influenze e rendono evidenti degli elementi personali che di fatto potranno servire come trampolino di lancio per la band. Bonnie e 7 (questi i due membri accreditati del gruppo), mostrano subito idee chiare a partire dall’opener che da il titolo al disco, un brano con un refrain enfatico e irresistibile ma che mostra i muscoli, con costanti riferimenti ad acts come Ministry e Marilyn Manson. La voce “monella” e bambina di Bonnie uniti a riff di chitarra continui e spessi, sono le credenziali del gruppo, che unisce al tutto delle potenti basi technoidi, che pur sferzanti, riescono a farsi apprezzare grazie all’immediatezza delle proprie linee melodiche. Un modus operandi costante che di fatto rende questo “Rage” un platter avvincente e senza cali di tensione. Lo stesso si può infatti dire di brani come “Paradise” e “Hurricane”, questa se vogliamo ancora più Ministry-oriented e dal corpus più squisitamente metal. Notiamo come i nostri non rinuncino nemmeno a dei momenti fuori contesto, se vogliamo “sperimentali”, come possiamo notare nelle canzoni cantate in lingua madre, ove si registra uno spettro decisamente più dark (vengono in mente i primi Depeche Mode nell’uso dei sintetizzatori, ma anche i Killing Joke nei tappeti di riff cangianti), ad esempio “La Lame Dans Ta Main”, malinconica ma deliziosamente diabolica e ancora “Fantôme”, che nel suo incedere oscuro e rarefatto è il ponte ideale per quella “Bye” che riprende i ritmi di “Rage” e congeda il gruppo con l’energia con cui si era presentato all’inizio. Citiamo ancora “Tyler’s Waltz”, vero e proprio valzer elettronico che rappresenta una inaspettata nota di colore. “Rage” è un disco davvero interessante, frutto della perfetta combinazione tra l’efficacia delle melodie e una costante ricerca sonora.

Voto recensore
7,5
Etichetta: Alfa Matrix / Audioglobe

Anno: 2013

Tracklist:

01.  Rage 02.  Paradise
03.  The Next Light
04.  Hurricane
05.  La Lame Dans Ta Main
06.  I Wanna Be
07.  Tyler's Waltz
08.  Parasites
09.  A Quick Pray
10.  26 Days
11.  Heroes
12.  Fantôme
13.  Bye


Sito Web: http://www.krystal-system.com/

andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi