Queensrÿche – Recensione: Digital Noise Alliance

Per bissare il successo dell’ottimo “The Verdict”, la lineup dei Queensrÿche si muove tra ritorni e novità. Da un lato vediamo rientrare il chitarrista Mike Stone, già all’opera con la band negli anni 2000, che mise la sua firma sull’importante (anche se non da tutti apprezzato) “Operation: Mindcrime II” e partecipò al monumentale tour che portò al live “Mindcrime At The Moore”. Dall’altro si accomoda dietro le pelli Casey Grillo, ex Kamelot, primo batterista a sostituire ufficialmente il leggendario Scott Rockenfield.

Cosa dobbiamo aspettarci quindi dal nuovo “Digital Noise Alliance”, sedicesimo lavoro in studio per il gruppo dello Stato di Washington? La dimensione è sempre quella di un heavy metal a tinte prog, solido e raffinato, e per fortuna è sempre quella anche la classe espressa dal quintetto.

Il come al solito eccellente Todd La Torre presta ancora una volta la sua voce a composizioni che coinvolgono e convincono. Questo a partire dalle iniziali “In Extemis”, “Chapters” e “Lost In Sorrow”, canzoni arrembanti, dai grandi refrain e che lasciano il segno fin dal primo ascolto.

Mantiene le promesse anche la veloce e iper-melodica “Sicdeath”, coordinate in parte condivise con il già ascoltato, valido singolo “Behind The Walls”. Funziona pure la corale e ariosa “Out Of The Black”, mentre l’altro singolo “Forest” è una dolce ballad dall’atmosfera sognante.

Si procede allora spediti verso l’ora di durata, che rappresenta la fine del disco, con la lunga “Tormentum”, pezzo più oscuro e progressivo del lotto, e con la riuscita cover della scatenata hit di Billy Idol “Rebel Yell”. Al termine dell’ascolto possiamo dire di trovarci davanti a un album appassionante e di grande sostanza. “Digital Noise Alliance” si ferma probabilmente un gradino sotto il suo sorprendente predecessore, ma conferma in ogni caso il ritrovato stato di forma dei Queensrÿche dopo un periodo di transizione che fu abbastanza difficile.

Etichetta: Century Media Records

Anno: 2022

Tracklist: 01. In Extremis 02. Chapters 03. Lost In Sorrow 04. Sicdeth 05. Behind The Walls 06. Nocturnal Light 07. Out Of The Black 08. Forest 09. Realms 10. Hold On 11. Tormentum 12. Rebel Yell
Sito Web: http://www.queensrycheofficial.com/

matteo.roversi

view all posts

Nerd e metallaro, mi piace la buona musica a 360 gradi e sono un giramondo per concerti (ma non solo per questi). Oltre al metal, le mie passioni sono il cinema e la letteratura fantasy e horror, i fumetti e i giochi di ruolo. Lavorerei anche nel marketing… ma questa è un’altra storia!

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi