Presentazione La strada del rock: live report della data di Mantova

Per chi non abitasse nelle vicinanze, con il nome La Strada del Rock si raggruppano già da alcuni anni una serie di manifestazione che si svolgono fra la fine della primavera e l’inizio dell’estate in diversi paesi a cavallo del Po, in particolare nella provincia di Mantova. Per i metallari queste iniziative sono interessanti soprattutto per il festival Acciaio Italiano, che si svolgerà a Marmirolo come gli anni scorsi e che arriva vittoriosamente al traguardo della terza edizione (più una invernale, che però si è svolta in Toscana) e il Pegorock, che dura una settimana e porta da tempo gruppi di molti generi diversi (sono passati gruppi glam, heavy classici, hard rock e stoner, fra gli altri) sull’ottimo palco nel centro di Pegognaga. Per chi abita in zona quindi la serata di presentazione a Mantova è una prima fonte di interesse, che quest’anno si arricchisce di significati, dato che nel 2012, a causa degli eventi sismici che tutti ricordiamo, molti di questi festival sono stati decurtati se non addirittura cancellati (come appunto il Pegorock, che nel 2012 venne interamente cancellato a pochi giorni dal suo inizio e le attrezzature già montate vennero utilizzate per accogliere gli sfollati della zona). La rinascita della Strada del Rock si riempie quindi di significati simbolici legati alla rinascita e al ritorno alla normalità.

Nella serata di presentazione dell’iniziativa, sul palco dell’Arci Tom (sul quale a sua volta sono passati gruppi di rilievo, basti pensare ai Lynch Mob) si succedono tre gruppi della zona, giovani e agguerriti, orientati verso le sonorità forti, tutti con un repertorio di brani inediti. Aprono le danze gli Overnight Sensation, band di Mantova difficile da inquadrare, con due chitarre e  tastiera, look da primi anni novanta e un doppio CD ricco di sonorità di ogni genere pubblicato l’anno scorso e ricco di spunti stilistici di ogni tipo. Con i successivi Plague Angels ci spostiamo di gran carriera verso il thrash vecchio stile, fatto di jeans attillati, scarpe da basket alte e pose alla Marty Friedman. Questa giovane band mostra di avere le idee molto chiare sul proprio percorso stilistico e dà vita ad uno spettacolo breve ma agguerrito, capace di catturare in ottima maniera l’attenzione del pubblico. Si chiude con gli Injury, band di Reggio Emilia che può vantare una pubblicazione con la Punishment 18 Records, guidati dal frontman Ale, caratterizzato da una presenza scenica imponente ma al tempo stesso aggraziata, perfettamente in linea con il thrash anni ’80 proposto dalla band.

Poche parole di presentazione fatte sempre dalle band, tanta musica, nessuna retorica. I gruppi che si sono esibiti nella serata di presentazione sono solo una della molte sfaccettature che hanno il rock e il metal in questi territori. Rimane solo da aspettare l’arrivo dell’estate per approfittare di quello che La Strada del Rock ci propone e di cui questa serata è solo un piccolo assaggio.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi