Pop Evil – Recensione: Up

A giugno i Pop Evil  sono passati dalle nostri parti come opening act dell’unica data italiana di Marilyn Manson all’Alcatraz di Milano e ora parliamo nuovamente di loro in occasione dell’uscita di “Up” il loro quarto album in studio.

Figli indiscussi del post grunge e di valide band come gli Shinedown, la band capitanata da Leigh Kakaty riesce comunque a fondere le proprie influenze con un massiccio hard rock di qualità e a risultare personale e credibile. Fin dall’opener “Footsteps” scelto anche come primo singolo veniamo catturati da un groove ed un’energia incredibili, mentre nella successiva “Core” i ritmi sono più serrati e non danno tregua. In “In Disarray” l’attacco iniziale del pezzo ricorda  a livello vocale per certi versi lo Scott Weiland ipnotico e schizzato dei migliori Stone Temple Pilots, poi però il brano trova la sua naturale dimensione e cioè un coinvolgente alternative rock di sostanza sorretto in modo efficace dalla precisa ugola di Kakaty.

Ghost Of Muskegon” è un altro pezzo vincente di questo “Up”, una cascata travolgente di note e di melodie ammiccanti, un brano per certi versi più dark e sofferto, ma non per questo meno riuscito. “If Only For Now” non è la classica canonica ballad strappa mutanda, ma un pezzo arioso, positivo e spensierato, sicuramente ad alto potenziale commerciale, di diverso registro invece “Vendetta” un vero e proprio assalto sonoro caratterizzato da repentini cambi di tempo e da un chorus altamente memorizzabile, energia allo stato puro. A “Til Kingdom Come” spetta il compito di chiudere un album molto vario, ma allo stesso tempo che riesce a far vedere l’anima dei Pop Evil e a definirne il sound in modo netto e preciso. Un album questo “Up” che va ascoltato tutto d’un fiato senza preconcetti o senza paura di trovare una band che imita pedissequamente i propri gruppi di riferimento. Queste tredici composizioni sono genuine  e trasudano sudore e passione, sarebbe davvero un peccato lasciarsi sfuggire un album del genere.

Voto recensore
7,5
Etichetta: eOne Music

Anno: 2015

Tracklist:

01. Footsteps
02. Core
03. In Disarray
04. Take It All
05. Ghost Of Muskegon
06. If Only For Now
07. …
08. Ways To Get High
09. Lux
10. Vendetta
11. Dead In The Water
12. Seattle Rain
13. Til Kingdom Come


Sito Web: http://preorder.popevil.com/

eva.cociani

view all posts

Amo la musica a 360 gradi, non mi piace avere etichette addosso, le trovo limitanti e antiquate, prediligo lo street, il glam e anche il goth, ma non disdegno nulla basta che provochi emozioni. Ossessionata dalle serie tv, dalla fotografia, dai viaggi e dai live show mi identifico con il motto: “Live the life to the fullest”.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi