Metallus.it

Ozzy Osburne: dopo 30 anni avrà digerito il pipistrello?

Sentii immediatamente che c’era qualcosa di sbagliato. Molto sbagliato. Tanto per cominciare, la bocca mi si riempì di un liquido caldo, gelatinoso, con il peggior sapore che si possa immaginare. Lo sentivo mentre mi ricopriva i denti e mi colava giù dal mente. Poi la testa che avevo in bocca ebbe un sussulto. Oh cazzo, pensai. Non è che mi sono appena mangiato un pipistrello vero, eh?

Ecco come Ozzy Osburne narra nella sua biografia, il più grande passo “falso” della sua carriera. Oggi segna il trentesimo anniversario di un evento che cambiò per sempre l’opinione che il grande pubblico aveva ed ha tuttora del metal. Parliamo di quando vennè diffusa la notizia che Ozzy aveva staccato con un morso la testa di un pipistrello mentre promuoveva dal vivo il suo secondo album, “Diary of a Madman“.

Fatto sta che Ozzy prevedeva normalmente durante i suoi show, un lancio al pubblico di organi animali; non solo lui però ebbe questa idea, infatti dalla platea pensarono bene di incoraggiare questa sua follia portandosi da casa i loro “trofei” da lanciare poi sul palco.
Bene, dopo trent’anni non sappiamo ancora chi sia stato quel folle/genio che decise di lanciare a Ozzy un pipistrello vero invece che di gomma(come pensava fosse il leader dei Black Sabbath); quell’anonimo fan dovrebbe sapere che ha fatto si un gesto abbastanza brutto, ma allo stesso tempo ha fatto la storia.

Exit mobile version