Kamelot – Recensione: One Cold Winter’s Night (Dvd)

Avevano promesso una cosa in grande in stile… e hanno mantenuto la parola. I Kamelot si presentano all’immancabile appuntamento con il Dvd live in modo assolutamente impeccabile (avevate qualche dubbio?): una produzione spettacolare ci racconta la storia di questa fredda giornata d’inverno norvegese in cui la band di Khan e Youngblood costruisce il proprio show per un ristretto numero di fan all’interno di un raccolto ma accogliente Rockefeller Musichall. Ben diciotto le telecamere disposte intorno per garantire la migliore qualità di ripresa e altrettanto curata è la scenografia, con luci, effetti, cori e ospiti ad incarnare i vari personaggi delle storie. Anche questo è infatti un lato significativo, perché la band, soprattutto grazie alle doti drammatiche di Khan, mette in scena una vera e propria rappresentazione della propria arte che non riguarda solo la musica, ma si completa grazie alle liriche e all’immaginario che tutto l’insieme riesce ad evocare. L’esecuzione è assolutamente perfetta, ma ancora più emozionante è l’interpretazione, tutto scorre veloce come in un film e si riesce a schiodare gli occhi dal palco solo alla fine. Una bella scaletta, che comprende quasi tutti i migliori brani del repertorio, e soprattutto una resa audio/visiva assolutamente di prim’ordine sono una garanzia per tutti coloro si avvicineranno al prodotto. Finito il concerto vi resteranno poi da guardare le interessanti interviste realizzate con la band (con domande raccolte direttamente dai fan) e con Simone Simons degli Epica (simpatica e bella ospite della serata), più i videoclip e gli altri contenuti speciali: making of, photobook, biografie, discografia. Molto bene.

Etichetta: Steamhammer / Audioglobe

Anno: 2006

Tracklist: DVD 1:

01. Intro: Un Assassino Molto Silenzioso
02. The Black Halo
03. Soul Society
04. The Edge of Paradise

05. Center of the Universe
06. Nights of Arabia
07. Abandoned
08. Forever
09. Keyboard Solo
10. The Haunting
11. Moonlight
12. When the Lights are Down
13. Elizabeth
14. March of Mephisto
15. Karma
16. Drum Solo
17. Farewell
18. Curtain Call/Outro

DVD 2:

Additional Release Material:
Behind The Scenes - Making Of
Interviews -
1. Kamelot
2. Thomas Youngblood
3. Simone Simons (Epica)
Text/Photo Galleries:
Stills/Photos

Videclip: March Of Mephisto / Tha Haunting / Abandoned / March Of Mephisto (Live)

riccardo.manazza

view all posts

Incapace di vivere lontano dalla musica per più di qualche ora è il “vecchio” della compagnia. In redazione fin dal 2000 ha passato più o meno tutta la sua vita ad ascoltare metal, cominciando negli anni ottanta e scoprendo solo di recente di essere tanto fuori moda da essere definito old school. Il commento più comune alle sue idee musicali è “sei il solito metallaro del cxxxo”, ma d'altronde quando si nasce in piena notte durante una tempesta di fulmini, il destino appare segnato sin dai primi minuti di vita. Tra i quesiti esistenziali che lo affliggono i più comuni sono il chiedersi il perché le band che non sanno scrivere canzoni si ostinino ad autodefinirsi prog o avant-qualcosa, e il come sia possibile che non sia ancora stato creato un culto ufficiale dei Mercyful Fate.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi