Accept – Recensione: Objection Overruled

E’ il 1993 quando gli Accept si riformano con Udo alla voce. La formazione è quella originale, orfana però di Jorg Fischer. I nostri decidono di ritornare con una sola chitarra, ma il sound riesce comunque ad essere graffiante e incisivo, riprendendo le sfumature più heavy abbandonate dopo la partenza di Udo. Una reunion coraggiosa tra l’altro, avvenuta forse nel periodo in cui l’attenzione del pubblico pareva essere tutta per il grunge e le nuove sonorità americane e il metal classico veniva dato ufficialmente per morto. L’album dicevamo, vanta un sound molto spesso, ritornano le idee, ritorna la voglia di stupire ancora. Notevole la ballad ‘Amamos La Vida‘, forse il brano più particolare e “intimista” partorito dagli Accept.

Etichetta: RCA

Anno: 1993

Tracklist:

01. Objection Overruled
02. I Don`t Wanna Be Like You
03. Protectors Of Terror
04. Slaves To Metal
05. All Or Nothing
06. Bulletproof
07. Amamos La Vida
08. Sick, Dirty And Mean
09. Donation
10. Just By My Own
11. This One`s For You


andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi