Spawn Of Possession – Recensione: Noctambulant

Peccato…Già, perché ‘Noctambulant’, secondo full-length degli Spawn Of Possession, con un pizzico di cura in più avrebbe potuto essere ottimo e non soltanto sufficiente.

La band, rispetto al predecessore ‘Cabinet’, disco seguito da un’intensa attività live a supporto di celebri acts (tra cui Hypocrisy e Cannibal Corpse) si concentra ancora di più su di un death metal tecnico e progressivo che si esprime attraverso un sound veloce e compatto, ricco di cambi di tempo e assoli fulminei di pregiata fattura esecutiva.

E fin qui va bene, non fosse che i brani di ‘Noctambulant’ risultino proprio tutti uguali (esce dal coro solo la “sabbathiana” ‘Sour Flow’) e seppur resi con un mestiere sopraffino, in una visione d’insieme finiscano per annoiare piuttosto in fretta.

C’è poco altro da aggiungere su questo ‘Noctambulant’. Gli Spawn Of Possession mettono in luce doti esecutive ben rodate, diciamo pure ottime, ma a nostro giudizio il songwritng è ancora acerbo, troppo incentrato su di un assalto sonoro sì sfaccettato, ma altrettanto ripetitivo.

Beninteso, chi ama il genere troverà questo lavoro di proprio gradimento.

Voto recensore
6
Etichetta: Neurotic Rcs. / Masterpiece

Anno: 2006

Tracklist:

01.Inception
02.Lash By Lash
03.Solemn They Wait
04.Render My Prey
05.Eve Of Contempt
06.Sour Flow
07.By A Thousand Deaths Fulfilled
08.Dead & Grotesque
09.In My Own Greed
10.Scorched


andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi