Whitesnake: Aldrich spiega i motivi della separazione dalla band

Ad una settimana dall’annuncio della sua separazione dai Whitesnake, il chitarrista Doug Aldrich ha spiegato in uno stato le ragioni che stanno dietro la decisione di lasciare la band così come ha rivelato i suoi progetti per il suo futuro musicale.

Visto che mi è stato chiesto il perché della mia situazione coi Whitesnake, ho deciso di chiarire ufficialmente la cosa.

Posso confermare che il 7 maggio ho preso con folle difficoltà la decisione di lasciare i Whitesnake.

In quel momento, non essendo contrattualmente legato, mi sono incontrato con David (Coverdale – cantante e leader della band) per iniziare la pre-produzione di un prossimo progetto dei Whitesnake. In coincidenza con il mio inizio di questo progetto, ho avuto diversi impegni di registrazioni e live e ho avuto necessità di orari più flessibili per poter portare a termine questi impegni prima di tornare ai ritmi normali. Purtroppo la mia richiesta non era praticabile.

Come al solito, le cose tra me e David sono state estremamente positive e divertenti, e questo ha reso la decisione ancora più difficile.

Ho fatto tesoro dei miei 11 anni e oltre nella band. Due dischi in studio, due DVD, tre dischi live e circa 30 canzoni nate da Coverdale/Aldrich!

Il privilegio di essere un ambasciatore dei Whitesnake è una responsabilità che ho preso molto sul serio.

David ha fondato la band 35 anni fa con grande integrità. E’ stato un onore per me mantenere questo standard mentre ne facevo parte. Ed ora, come tutte le cose, si è arrivati al termine.

Ci tengo a ringraziare la band Whitesnake. Reb, Michael, Tommy, Big Foot Tichy, Rudy, Marco, Uriah, Timothy e Fraz per i bei momenti, grandi spettacoli e registrazioni sempre incredibili in tutti questi anni. L’opportunità di viaggiare per il mondo insieme a musicisti incredibili in così tanti paesi sembrava semplicemente irreale.

Per me, questo è un nuovo inizio del mio futuro musicale. Sicuramente comincerò a lavorare su nuova musica, registrare e andare in tour. Avrò sicuramente un po’ più di tempo per accettare alcune offerte che non ho mai avuto il tempo nemmeno di considerare prima d’ora. Un nuovo inizio, nuove idee e una nuova occasione per spronare me stesso come musicista.

Grazie, fratello DC, per i grandi momenti e per avermi concesso di inserire il mio cuore e la mia anima nella storia di questa grande band.

Doug Aldrich

selene.farci

view all posts

La mistress del team news di Metallus.it. Ogni virgola fuori posto è una frustata ai poveri redattori che ormai implorano pietà. Dalla Sardegna con furore, ma al posto del tunz tunz del Billionarie il suo pensiero fisso è la Love Machine di Blackie Lawless. Si divide tra la macchina fotografica, matrimoni e metallo colante.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login