Unisonic: i (pochi) progetti della band per il 2016

Con un comunicato firmato dal bassista Dennis Ward e pubblicato sulla loro pagina Facebook, gli Unisonic di Michael Kiske hanno spiegato quali saranno i loro progetti per l’anno appena cominciato. A quanto sembra, saranno poche le occasioni per vederli dal vivo (una di questa sarà al Wacken Open Air). Ecco il testo del comunicato:

Ciao a tutti, fan e amici! Vorrei fare un annuncio per chiarire alcuni aspetti del “che cosa sta succedendo” agli Unisonic. L’anno scorso abbiamo annunciato che Kosta avrebbe lasciato la band a causa dei suoi numerosi impegni con la Bottom Row Promotion. Nonostante questa situazione perduri, Kosta ha deciso di restare con noi per quei pochi concerti che abbiamo in programma per quest’anno. Il che ci porta al punto successivo: gli Unisonic suoneranno solo pochi concerti quest’anno. Non incideremo un album, aspetteremo un altro momento. Non abbiamo nemmeno in programma un tour vero e proprio. Il fatto è che siamo talmente impegnati con i nostri doveri che è difficile trovarsi tutti insieme. Ci saranno momenti migliori e continueremo a suonare. Quest’anno sarà semplicemente uno di passaggio. Uno dei motivi per cui ci comporteremo in questo modo è il fatto che abbiamo tantissime richieste da parte di batteristi che vorrebbero suonare insieme agli Unisonic. Cercheremo un nuovo batterista per gli Unisonic ad un certo punto, ma non quest’anno. Spero che questo possa chiarire alcune questioni e la nostra assenza dalle scene. Vogliamo bene a tutti e non vediamo l’ora di tornare in contatto con voi in futuro, di essere sul palco, nel backstage, al cinema o dal droghiere.
Con i nostri migliori auguri,
Dennis Ward.

 

Edguy-Unisonic-Starchild-Roma-36

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login