Revolution Saints: Aldritch ha dovuto rinunciare al suo assolo preferito

I Revolution Saints – nuovo progetto con Deen Castronovo (Journey, Ozzy Osbourne, Bad English, Hardline), Jack Blades (Night Ranger, Damn Yankees, Shaw/Blades) e Doug Aldrich (Whitesnake, Dio, Burning Rain) – hanno pubblicato il loro omonimo album di esordio lo scorso mese tramite la Frontiers Records.

Aldrich ha rivelato di essere rimasto con l’amaro in bocca per aver dovuto rinunciare al suo assolo preferito che aveva scritto per il brano “Way To The Sun” a seguito della collaborazione con Neal Schon dei Journey.

Penso che quella sia la mia traccia preferita dell’album. Mi hanno detto che Neal sarebbe stato ospite nell’album e mi sono detto, “Fuck yeah!“, visto che sono un grande fan.

Poi mi hanno detto che non sarebbe stato in grado di suonarlo, così ho preparato un mio assolo per il brano. Mi sono innamorato di quell’assolo e mi sono innamorato della canzone.

Poi mi hanno detto “Neal può suonare il brano“. Cazzo!

revolution_saints_03

selene.farci

view all posts

La mistress del team news di Metallus.it. Ogni virgola fuori posto è una frustata ai poveri redattori che ormai implorano pietà. Dalla Sardegna con furore, ma al posto del tunz tunz del Billionarie il suo pensiero fisso è la Love Machine di Blackie Lawless. Si divide tra la macchina fotografica, matrimoni e metallo colante.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login