Ozzy Osbourne: Royalties non pagate per “Crazy Train”; Bob Daisley lo cita in giudizio

Guai giudiziari in vista per Ozzy Osbourne, che è stato citato in giudizio insieme alla sua compagnia Blizzard Music Limited: oggetto del contendere sarebbero delle royalties non versate a Bob Daisley, bassista sui primi due album solisti di Ozzy, per la celeberrima traccia “Crazy Train”.
Il principe delle tenebre rischia di dover pagare 2 milioni di dollari arretrati a Daisley, che figura insieme al compianto Randy Rhoads tra i musicisti accreditati per la scrittura del brano.

Ecco quanto dichiarato dai difensori di Bob Daisley:

“Sebbene le royalties siano state pagate a Daisley nel corso degli anni, un’indagine condotta nel 2014 ha dimostrato che Osbourne e la sua compagnia hanno sottratto indebitamente una parte dell’importo prima di distribuire le royalties, trattenendone una porzione che spettava di diritto a Daisley, secondo gli accordi pubblicitari per lo sfruttamento commerciale della canzone.
Il signor Daisley non ha potuto fare altro che intraprendere quest’azione legale per assicurare la sua giusta parte dei profitti generati dal brano.”

Insomma, dopo i guai in famiglia, sembra davvero non esserci pace per il buon Ozzy.

Bob Daisley

Ilaria Marra

view all posts

Braccia rubate alla coltivazione di olivi nel Salento, si è trasferita nella terra delle nebbie pavesi per dedicarsi al project management. Quando non istruisce gli ignari colleghi sulle gioie del metal e dei concerti, ama viaggiare, girare per i pub, leggere roba sui vichinghi e fare lunghe chiacchierate con la sua gatta Shin.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login