Nightrage: guarda il lyric video di “False Gods”

Comunicato stampa:

‘Abyss Rising’ è stato appena pubblicato e l’album ha ottenuto diverse buone recensioni e interviste da Metal Hammer, Legacy, Musikreviews.de, Break Out per nominarne alcune. I NIGHTRAGE svelano ora il loro ultimo lyric video della canzone ‘False Gods’ per celebrare il nuovo brutale e indimenticabile disco!

Le stelle greco-svedesi del melodic death metal stars NIGHTRAGE sono tornate con la parte finale della loro trilogia, iniziata con “The Venomous” e “Wolf to Man” e completata con il loro nuovo album “Abyss Rising”. Il disco rappresenta la visione della band dell’umanità che vive nel proprio inferno, un inferno che ha creato attraverso la distruzione del pianeta. Ispirato in parte dall’Inferno di Dante, l’album esplora la continua distruzione da parte dell’uomo del mondo in cui viviamo fino a quando l’abisso si aprirà per consumare tutto davanti a sé. L’abisso è salito dalle profondità e l’inferno si è ora rivolto all’esterno per poter salire sulla terra a reclamarci.

L’album vede i NIGHTRAGE in una forma spettacolare: incisivi, brutali, senza compromessi e indimenticabili. Musicalmente la band ha abbracciato un approccio più duro, veloce e brutale, ancora ricco di spunti melodici, ma pesante e aggressivo. Mixato e masterizzato da Fredrik Nordström allo Studio Fredman (Architects, In Flames, Opeth, ecc.) “Abyss Rising” è un formidabile capolavoro sonoro. L’album è stato pubblicato il 18 febbraio 2022 su Despotz Records.

Abyss Rising’,  la terza e ultima parte della nostra trilogia concettuale sull’inevitabile scomparsa dell’umanità è finalmente arrivata. La pandemia ci ha rallentato ma non ha potuto fermare questo viaggio nell’abisso. Questa volta abbiamo alzato ancora di più l’asticella. È più aggressivo, più melodico e più di tutto ciò che ci rende NIGHTRAGE. È una corsa selvaggia! Tenetevi forte!“, dichiara Ronnie.

Questo album riempie il vuoto su alcuni degli aspetti che speravo i Nightrage affrontassero, molti passaggi di paesaggi sonori con belle melodie, altre parti completamente caotiche e aggressive. Mi piace molto il concetto di annientamento completo dell’umanità e il modo in cui ti fa contemplare l’insignificanza del nostro tempo come individui… L’album mi sembra solido e c’è qualcosa per tutti… Vi porterà lontano…“, aggiunge Franco.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login