Memoriam: a febbraio l’album “Rise To Power”, svelato il nuovo artwork

Comunicato stampa:

MEMORIAM non hanno bisogno di presentazioni: sono leggende viventi dell’Old School Death Metal e probabilmente la band più veloce e creativa del genere in questo momento. Negli ultimi sette anni i MEMORIAM hanno costruito una propria fanbase fedele e hanno sviluppato una propria identità musicale.

Oggi la band annuncia finalmente l’uscita del nuovo album in studio RISE TO POWER, che sarà pubblicato il 3 febbraio 2023 su Reaper Entertainment.

Con RISE TO POWER, oltre all’essenziale groove Death Metal, i MEMORIAM diventano più variegati in ogni canzone e continuano ad aggiungere nuove dinamiche al loro sound – da groove brutali a parti doom-melodiche fino a riffing nordici aggressivi – RISE TO POWER è un album estremamente vario.

Ancora una volta la produzione di Russ Russell (NAPALM DEATH, DIMMU BORGIR, AT THE GATES, AMORPHIS, ecc.) presso i Parlour Studios completa l’eccezionale songwriting e la registrazione di altissimo livello, che risulta elegantemente “con i piedi per terra” ma meravigliosamente differenziata per dare a ogni dettaglio di RISE TO POWER il suo meritato spazio.

Fin dai primi giorni della band, Dan Seagrave (Benediction, Dismember, Hypocrisy, Suffocation, ecc.) è un accompagnatore fisso che fornisce le immagini alla loro musica. Dopo aver creato l’artwork dei primi quattro album dei MEMORIAM, ha realizzato anche la copertina di RISE TO POWER.

La band dichiara:

Vi presentiamo l’album numero 5, ‘Rise To Power’, il secondo album della seconda trilogia.
Per questo album collaboriamo ancora una volta con quel genio creativo che è Mr. Dan Seagrave.
Dan ha creato per noi le copertine dei precedenti 4 album, quindi per mantenere il tema e la continuità non c’era altra scelta. Amiamo i suoi lavori e partecipare al processo creativo mentre l’opera d’arte si sviluppa è un’esperienza fantastica. Vedere le nostre idee di base prendere vita attraverso la sua mente e le sue mani è incredibile, e lui ci riesce sempre. Questa volta la copertina ha un maestoso tema di colore viola e raffigura il ‘Re’ (il personaggio centrale di tutti gli artwork che Dan ha creato per noi) durante la cerimonia di incoronazione in cui ‘sale al potere’.
I testi del nuovo album sono il proseguimento dei precedenti, mantenendo il tema del dolore, della perdita e della disperazione, insieme a commenti sociali su eventi recenti come la guerra in Ucraina e su eventi passati come l’olocausto.
Il tema sempre attuale della guerra è presente in tutto l’album, come in tutti gli altri.
Consideriamo ‘Rise To Power’ il nostro album più forte fino ad oggi, in quanto include una gamma diversificata di canzoni che si basano su ciò che abbiamo raggiunto con i Memoriam negli ultimi 7 anni. ‘Rise To Power’ è una vera celebrazione della vita attraverso il death metal.

Dan Seargrave aggiunge:

In questa cover, come per gli album precedenti, lavoriamo a ritroso dalla guerra.
La premessa è l’incoronazione del leader principale a sovrano supremo. I suoi seguaci sono sempre un esercito quasi senza volto. Così come il leader stesso. Preferisce che il suo volto rimanga un’illusione dell’immaginazione dello spettatore, senza emozioni dietro una facciata.
L’ambiente architettonico che ho messo insieme si basa sui ricordi della visita alle rovine della Villa dell’imperatore romano Adriano nel 2017. Un luogo spesso disegnato dall’artista italiano Piranesi. Ed è anche la sua rappresentazione della Via Appia che ho pensato per questo lavoro. Dando all’arte una qualità arcaica e storicamente sovradimensionata.
Allo stesso modo, un altro punto di riferimento è stata la Sala dei calchi in gesso del Victoria and Albert Museum. Questa, in particolare, lascia una sensazione imponente quando ci si trova in mezzo alla varietà di calchi storici e alle loro scale spropositate. Oggetti come il calco in scala reale della colonna Traiana di Roma e la statua del David, accostati in un unico luogo, creano una sensazione di sconnessione in mezzo alle opere più piccole. Volevo che questa copertina avesse una percezione simile, come se le cose fossero state rilevate da qualche altra parte. Riprese dalla mafia regnante come sfondo per la propria gloria.
Combinando questo aspetto con un’immaginaria modernità retrò dei primi del Novecento, con l’aggiunta di elementi simili a griglie elettriche e macchine da guerra/carri armati che presentano rilievi scultorei semi elaborati, alludendo a un’irrealizzabilità. L’immagine prevale sulla funzione.

La tracklist di RISE TO POWER:
1 – Never Forget, Never Again (6 Million Dead)
2 – Total War
3 – I Am the Enemy
4 – The Conflict is Within
5 – Annihilation’s Dawn
6 – All is Lost
7 – Rise to Power
8 – This Pain

MEMORIAM
Karl Willetts – Voce
Frank Healy – Basso
Scott Fairfax – Chitarra
Spike T. Smith – Batteria

DISCOGRAFIA:

FOR THE FALLEN (2017)
THE SILENT VIGIL (2018)
REQUIEM FOR MANKIND (2019)
TO THE END (2021)
RISE TO POWER (2023)

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login