LT’s Rhapsody: ascolta il brano “Prometheus”, lyric video

I Luca Turilli’s Rhapsody hanno pubblicato il lyric video del nuovo brano “Prometheus“, canzone che vede come guest ai cori Ralf Scheepers dei Primal Fear.

Di seguito il brano

Il commento di Turilli: “Con la mia band mi piace dedicare qualche brano a miti e leggende ben noti in ogni album. Ma quello che veramente mi piace di questi soggetti è di scavare in profondità, rivelando nuove interpretazioni spesso collegate a significati spirituali e più profondi. Sono partito dalla classica storia di Prometeo che tutti conoscono per poi portarla in una dimensione senza tempo dove l'”Ignis Divinus”, il fuoco divino dato da Prometeo agli uomini, rappresenta nient’altro che un portale quantico rivelato a un’anima mortale nel suo viaggio verso l’immortale verità cosmica”. (What????)

Prometheus” è tratto dal nuovo album “Prometheus, Symphonia Ignis Divinus“, in uscita il prossimo 19 giugno per Nuclear Blast. Ricordiamo che lo stesso Turilli ai nostri microfoni ha confermato che la band suonerà in Italia nel mese di novembre.

Questo l’artwork del singolo

prometheus single rhapsody luca turilli

La tracklist di “Prometheus, Symphonia Ignis Divinus

01. Nova Genesis (Ad Splendorem Angeli Triumphantis)
02. Il Cigno Nero
03. Rosenkreuz (The Rose And The Cross) (lyric video)
04. Anahata
05. Il Tempo Degli Dei
06. One Ring To Rule Them All
07. Notturno
08. Prometheus
09. King Solomon And The 72 Names Of God
10. Yggdrasil
11. Of Michael The Archangel And Lucifer’s Fall Part II: Codex Nemesis
I. Codex Nemesis Alpha Omega
II. Symphonia Ignis Divinus (The Quantum Gate Revealed)
III. The Astral Convergence
IV. The Divine Fire Of The Archangel
V. Of Psyche And Archetypes (System Overloaded)

Digipak Bonus:
12. Thundersteel (Cinematic Version)

rhapsody 2015 premotheus

tommaso.dainese

view all posts

Folgorato in tenera età dall'artwork di "Painkiller", non si è più ripreso. Un caso irrecuperabile. Indeciso se voler rivivere i leopardi anni '80 sul Sunset o se tornare indietro nel tempo ai primi anni '90 norvegesi e andare a bere un Amaro Lucano con Dead e Euronymous. Quali siano i suoi gusti musicali non è ben chiaro a nessuno, neppure a lui. Dirige la truppa di Metallus.it verso l'inevitabile gloria.

2 Comments Unisciti alla conversazione →


  1. MARK HUGE

    ho sempre odiato sto genere di cazzate liriche del cavolo……tanto dal vivo non le suonano allo stesso modo!!!!!!

    Reply
  2. Antonio I.

    Da vecchio fan dei Rhapsody dovrei tacere, ma non ci riesco. I due singoli che ho ascoltato fin ora non fanno presagire nulla di buono, ed è un peccato. Ascending to infinity l’ho comprato a scatola chiusa, non ripeterò l’errore. Il primo album lasciava aperte delle porte, era una via di mezzo sotto molti aspetti, questo sembra aver preso una strada che non mi dice niente. Luca è bravo come compositore, ma probabilmente non vuole più comporre rock/metal ma desidera fare altro. Il primo singolo ripetitivo, con i soliti coretti che al terzo ascolto hanno già scocciato, questo di metal epico non ha nulla. Chiarito il fatto che deve essere piaciuto il film di Ridley Scott, chiari i richiami all’opera del regista inglese, il resto sembra non avere una ragion d’essere. Aspettiamo l’album….

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login