Italy – le novità di Raintown, Athrox e Vinterblot

RAINWOTN: disponibile il nuovo album, “Ocean”

I Raintown hanno pubblicato ieri, 20 novembre, il loro disco di esordio, intitolato “Ocean“, tramite la This Is Core Records. L’album, prodotto da Fasa presso i F’AKE studios di Torino, è acquistabile tramite iTunes e Spotify.

La track list:

Raintown - Ocean01 August 25
02 Raintown
03 Flying Through The Clouds
04 Something for Me
05 Start From Scratch
06 Spirit
07 My Freedom
08 Energy Stage
09 Mind

 

 

 

ATHROX: a dicembre il nuovo album, “Are You Alive?”

Gli Athrox pubblicheranno entro la fine di dicembre il loro nuovo album, intitolato “Are You Alive?“. L’album è un concept incentrato sui problemi del giorno d’oggi, come i media che annebbiano le menti fino ad arrivare alla fine del mondo, attraversando ciò che c’è di bello e da salvare all’interno di esso.
L’album, contenente 11 tracce registrate con Nicola Piovanello e Dario Morelli e masterizzate sempre da Nicola Piovanello e Denis Cacciarru, è accompagnato da un artwork di copertina realizzato da Francesca Osaki.

La track list:

Athrox - Are You Alive01 – Losing Your Gods
02 – Frozen Here
03 – Warstorm
04 – Gates of Death
05 – Remember the Loneliness
06 – Pretend You
07 – My Downfall
08 – Waiting for the Eden
09 – End of Days
10 – Are You Alive?
11 – Obsession

Vinterblot: il lyric video di “Frostbitten”

I Vinterblot, band di pagan death metal, hanno reso disponibile online il lyric video del brano “Frostbitten“. Il pezzo è un’anticipazione dal nuovo album della band, intitolato “Realms Of The Untold” e in uscita a gennaio 2016 tramite Code7 e Plastichead.

La tracklist:
Antimony Chapter
1) Evoked by Light
2) Frostbitten
3) Unveiling the Night’s Curtain

Realgar Chapter
4) The Summoning
5) Vagrant Spirits in a Misty Rainfall
6) …of Woods and Omen

Onyx Chapter
7) Stone Carved Silence
8) Throne of Snakes
9) Triumph Recalls My Name (Bonus Track)

Vinterblot

selene.farci

view all posts

La mistress del team news di Metallus.it. Ogni virgola fuori posto è una frustata ai poveri redattori che ormai implorano pietà. Dalla Sardegna con furore, ma al posto del tunz tunz del Billionarie il suo pensiero fisso è la Love Machine di Blackie Lawless. Si divide tra la macchina fotografica, matrimoni e metallo colante.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login