Ghost: uno dei Nameless Ghouls parla di un nuovo possibile EP

Durante una recente intervista, uno dei Nameless Ghouls degli svedesi Ghost ha parlato della possibilità di registrare un nuovo EP, dopo quello del 2013 dal titolo “If You Have Ghost”, prodotto da Dave Grohl.
Queste le parole del mascherato musicista:

“Onestamente non lo sappiamo. Abbiamo una lista di canzoni che originariamente volevamo registrare insieme a Meliora. Ma il materiale per l’album ha richiesto una lunga fase di stesura e pre-produzione e le registrazioni non ci hanno permesso di aggiungere molto materiale extra. Molte band entrano in studio, registrano 17 canzoni, ne scelgono 13 e tengono il resto per un uso futuro, ma noi non abbiamo mai fatto una cosa simile. Una canzone, Zenith, è stata in un certo senso estratta dal materiale principale dell’album e aggiunta come traccia extra, ma non abbiamo mai avuto una lunga lista di brani da estrapolare dal materiale principale di un album.
Di conseguenza ora stiamo cercando di capire cosa fare: dovremmo registrare un EP? E quando? Saremo in tour fino a Dicembre 2016, quindi sarà un tour molto lungo. E dovremmo passare ogni momento libero a registrare. Il che va bene, in teoria, ma non vogliamo ritrovarci al 2 di Gennaio in una condizione di stanchezza in cui non vorremmo avere niente da fare e invece all’improvviso siamo costretti ad entrare in studio…Quindi vogliamo capire quando sarebbe giusto e plausibile progettare una nuova release. Perchè non vogliamo nemmeno registrare un altro “Grohl” EP e ripetere quello che abbiamo già fatto. Dovrà essere qualcosa di diverso. Quindi, ecco, adesso ci troviamo in questa situazione.”

Ghost1

Ilaria Marra

view all posts

Braccia rubate alla coltivazione di olivi nel Salento, si è trasferita nella terra delle nebbie pavesi per dedicarsi al project management. Quando non istruisce gli ignari colleghi sulle gioie del metal e dei concerti, ama viaggiare, girare per i pub, leggere roba sui vichinghi e fare lunghe chiacchierate con la sua gatta Shin.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login