Gene Simmons: “Prince si è ucciso con le sue mani. Che cosa patetica.”

Ultimamente Gene Simmons, bassista dei KISS, ne ha davvero per tutti. Dopo aver espresso la sua opinione nei confronti delle sorti del rap, il buon Gene ha parlato in una recente intervista della scomparsa di due icone della musica come David Bowie e Prince.

“La morte di Bowie è stata una vera tragedia, perchè dovuta ad una malattia reale. Per quanto riguarda Prince, lo hanno ucciso le droghe. Cosa credete, che sia morto per un’influenza?
Credo che Prince sia stato una spanna sopra gli altri, perfino al di sopra di Michael Jackson. Però si è ucciso con le sue mani, è una cosa patetica. Ve lo dico io: l’alcool e le droghe sono una morte lenta.

Il 66enne musicista ha poi spiegato di non essere in grado di capire chi faccia abuso di sostanze:

“Ecco la mia domanda: quando si comincia in questo mondo abbiamo tutti dei grandi sogni, e quando finalmente riusciamo a realizzarli otteniamo più fama e denaro di quanto si possa immaginare. Ma allora cos’è quel gene che c’è in noi, in tanti di noi, che ci fa soccombere al vecchio cliché delle droghe e dell’alcool?
Ad un certo punto, mi cadranno i denti e i capelli e vedrete un patetico Gene Simmons di 80 anni su una sedia a rotelle. Ma vi assicuro che sarà una sedia a rotelle borchiata e a portarmi in giro sarà un’infermiera sexy…Mi piace alzarmi dal letto ogni mattina e se questo significa che dovrò diventare una patetica versione di me stesso, allora così sia. La mia lapide non reciterà: ‘Avrei voluto, dovuto, potuto’.”

gene simmons

Ilaria Marra

view all posts

Braccia rubate alla coltivazione di olivi nel Salento, si è trasferita nella terra delle nebbie pavesi per dedicarsi al project management. Quando non istruisce gli ignari colleghi sulle gioie del metal e dei concerti, ama viaggiare, girare per i pub, leggere roba sui vichinghi e fare lunghe chiacchierate con la sua gatta Shin.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login