DI’AUL: il nuovo album “Abracamacabra” in uscita a marzo

Comunicato stampa:

I doomster italiani DI’AUL stanno finalmente per tornare con il loro quinto album in studio. “Abracamacabra” verrà pubblicato da MooDDoom Recordsil 18 marzo 2022.

Sette storie, sette personaggi, una madre: l’Universo. ‘Abracamacabra’ è la sublimazione del fallimento e della Perdita. In un mondo in cui tutti i re sono dei buffoni, la mente cerca il lato sbagliato della ragione e ogni cosa che costruiamo collassa”, spiega la band.

“Abracamacabra” è stato registrato e mixato da Marco Barusso (Lacuna Coil, Coldplay, Thirty Seconds To Mars, Heavy Metal Kids, ecc.) all’Angelo Studio di Garlasco (PV), mentre Marco D’Agostino si è occupato della masterizzazione al 96Khz Studio di Milano. La copertina è opera di Francesca Vecchio (fv_illustration).

Il primo singolo “Thou Crawl” verrà svelato a febbraio.

I preordini di “Abracamacabra” sono disponibili qui: https://diaul.bandcamp.com/album/abracamacabra
https://distrokid.com/hyperfollow/diaul/abracamacabra

Fondata nel 2010, la band doom milanese DI’AUL suona musica pesante, orecchiabile e sottilmente complessa: un mix di rock anni Settanta e groove metal anni Novanta. I DI’AUL hanno pubblicato l’EP “GV 12.31” nel 2010, seguito dal secondo album “And Then Came The Monsters” (2013), “Garden of Exile” (2015, This Is Core Records), e “Nobody’s Heaven”(2018, Argonauta Records).
La band ha suonato diversi concerti in Italia ed Europa, supportando tra gli altri Crowbar e Et Moriemur. Alla fine del 2019 con il nuovo batterista Andrea “Rex” Ornigotti” (Gunjack e Conviction), sono state registrate due nuove canzoni, “The House Of The Edge Of The World” e “Three Ladies”, pubblicate come split LP con i Mos Generator (2020, Argonauta Records).

DI’AUL sono
MoMo – Cosimo Amelio Cinieri – Voce
Lele – Daniele Mella – Chitarra
Rex – Andrea Ornigotti – Batteria
Jeremy – Carlo Tomaiuolo – Basso

DI’AUL online
www.facebook.com/diaul111  
www.instagram.com/diaul111
https://diaul.bandcamp.com  

Di seguito la tracklist e l’artwork di copertina:

1. Thou Crawl
2. This Quiet
3. Abracamacabra
4. De Profundis
5. The Losers’ River
6. La Notte di Valpurga
7. Time Of No Return

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login