Behemoth: la band deve lasciare immediatamente la Russia

Sembra volgere a una conclusione (anche se non esattamente positiva) la vicenda dei Behemoth, attualmente in Russia per un tour di tre settimane, che ieri sono stati prelevati inaspettatamente ad Yekaterinburg per violazione delle norme sui visti in Russia (leggi il comunicato di Nergal). Dopo essere stati trattenuti per la notte presso il Servizio di Immigrazione della Federazione Russa, la band è stata portata davanti a un giudice, che avrebbe intimato di lasciare il Paese il prima possibile e ha sanzionato ogni membro della band con una multa di 2.000 rubli (circa 60 dollari). Inoltre, un reporter locale sarebbe riuscito a parlare con Nergal, frontman della band polacca, che ha fornito alcuni dettagli sulla giornata appena trascorsa e sulla vicenda in generale:

Siamo stati lasciati in una stanza molto piccola, le cui pareti erano imbrattate con escrementi. Durante la notte abbiamo chiesto di essere portati in bagno, cosa che ci hanno negato, per cui siamo dovuti ricorrere alle bottiglie di plastica. Quando abbiamo preparato i documenti necessari per partire, abbiamo ricevuto i visti dal consolato russo di Varsavia. Abbiamo riempito i vari moduli e ci avevano detto che dovevamo richiedere un visto per affari. Abbiamo fatto tutto quello che ci era stato chiesto, e adesso salta fuori che in realtà avremmo dovuto richiedere un visto “per motivi umanitari” e non per affari.

behemothcourtrussia_638

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi