Golgotha – Recensione: New Life

Terzo full-length per gli spagnoli Golgotha (band attiva dal 1992 ma in stato di stand by tra il 1998 e il 2004), ‘New Life’ è un buon esempio di gothic/death metal con alcuni elementi doom, forse non particolarmente intricato a livello tecnico ma decisamente piacevole.

La band non si prodiga in raffinatezze esecutive, predilige il pezzo semplice e malinconico, che spesso, pur non facendo altro che ripetere dei giri elementari di chitarra e tastiere, intriga e ipnotizza, in forza di melodie cullanti e oniriche.

Ottime in questo senso l’opener ‘Forever Gone’, un brano dalla forte emotività che poggia su tappeti di riff sognanti e tastiere profonde, la più moderna ‘Repentance’, più lineare ed orecchiabile (con l’aggiunta di alcune venature elettroniche) e ancora ‘Need You’, una semi-ballad romantica dal refrain intrigante e piacevoli intrusioni sinfoniche volte ad aumentare l’impatto emozionale del brano.

Un commento a parte lo merita poi la cover di ‘Knife Edge’ di Emerson, Lake & Palmer, che gli iberici rivisitano completamente con il loro stile. Un disco che forse non compie miracoli in quanto a originalità, ma con un ottimo gusto nel songwriting e ricco di episodi avvincenti, un’alternativa molto interessante per spezzare gli ascolti dei fan di Anathema, Amorphis e Katatonia.

Voto recensore
7
Etichetta: Metal Age / Andromeda

Anno: 2005

Tracklist:

01.Forever Gone
02.Never, Never Again
03.Trapped In Two Worlds
04.Repentance
05.I Am Lost
06.Broken Emotions
07.Need You
08.New Life
09.Knife Edge
10.Lake Of Memories (2005 Version)


andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi