Belphegor – Recensione: Necrodaemon Terrosathan

Giunti al terzo album e con una buona esperienza live alle spalle, gli austriaci Belphegor assemblano nove tracce di black/death metal tirato e poco elegante, caratterizzato da una tecnica più che valida e da una produzione affilatissima, che valorizza molto il lavoro ritmico. La scuola svedese (Marduk, Dark Funeral) e un certo raffreddamento dei suoni simile a quello degli ultimi Behemoth tracciano correttamente le coordinate di ‘Necrodaemon Terrorsathan’, che però esagera con la teatralizzazione, rischiando un involontario effetto comico all’interno di alcuni intermezzi che dovrebbero risultare maligni. Con il passare dei minuti si diffonde anche un nebbioso senso di noia e di poca cura del songwriting di certi passaggi, e non è difficile annoiarsi. Tutto sommato pienamente sufficiente, ma di routine.

Voto recensore
6
Etichetta: Last Episode / Audioglobe

Anno: 2001

Tracklist:

Tracklist: Necrodaemon Terrorsathan / Vomit Upon The Cross / Diabolical Possession / Lust Perishes In A Thirst For Blood / S.B.S.R. / Sadism Unbound / Tanzwut Totengesange / Cremation Of Holyness / Necrodaemon Terrosathan (Part II) / Analjesus (Outro)


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi