Neal Morse – Recensione: Momentum

Continua il sodalizio fra i tre mostri sacri del prog rock, ossia Neal Morse (qui chitarra, voce e tastiera), Randy George (basso) e Mike Portnoy (batteria), che con “Momentum” ci pongono di fronte ad una perfetta carrellata del meglio che questa musica possa proporci… senza comunque inventare nulla di nuovo. In realtà quasi tutto è stato scritto da Neal Morse, fatta esclusione di “Thoughts Part5”, composta insieme a George, ma di certo l’apporto di questi musicisti così come l’apporto della folta schiera di ospiti presenti nella release è quasi una certezza del grande livello esecutivo.

Anche per quanto riguarda i testi si è occupato quasi esclusivamente di tutto Neal, tranne “Smoke and Mirrors” e “The Mystery” le cui lyrics sono state realizzate con la collaborazione di Chris Thompson; come di consueto, per la carriera solista di Morse, i messaggi di speranza cristiana sono sempre in primissimo piano in ogni canzone.

Tornando a parlare dell’aspetto musicale possiamo affermare che i primi due pezzi, “Momentum” e “Thoughts Part5”, sono estremamente dinamici e mostrano con grande abilità una carrellata di soluzioni ritmiche che esaltano la mostruosa tecnica del bassista Randy George e del batterista Mike Portnoy (ex Dream Theater). Aggiungiamo che nella title-track abbiamo modo di apprezzare anche l’axehero Paul Gilbert esibirsi in un assolo ricco e riuscito.

Con “Smoke and Mirrors” rallentiamo decisamente in quanto la song è un dolce lento caratterizzato da una splendida prova di Morse al microfono. Ascoltando “Weathering Sky” si respira un po’ di retrò prog anni ’70 in un brano con grandi aperture melodiche nei cori.

La suite conclusiva intitolata “World Without End” inserisce in 33 minuti e rotti tutta la maestria compositiva di Morse e ci presenta anche alcune chicche come gli assoli di chitarra del bravo brasiliano Adson Sodré. Nella prima parte della suite si apprezza il tocco rock decisamente vivace e melodico che evidenzia anche una gustosa prova al piano di Morse.

Un passaggio con voce filtrata modernista ma poco convincente ci trasporta nella seconda parte di una suite che presenta ben sei variazioni a vantaggio di una track caleidoscopica che non deluderà i fan della band e degli artisti che la rappresentano.

Concludiamo sottolineando che la special edition della release presenta un Making of che propone il magico trio Randy-Neal-Mike in studio alle prese con le composizioni e l’esecuzione delle stesse.

Voto recensore
7,5
Etichetta: InsideOut Music

Anno: 2012

Tracklist:

01. Momentum (6:25)
02. Thoughts Part 5 (7:51)
03. Smoke and Mirrors (4:38)
04. Weathering Sky (4:15)
05. Freak (4:29)
06. World Without End (33:39)
- I Introduction
- II Never Pass Away
- III Losing Your Soul
- IV The Mystery
- V Some Kind of Yesterday
- VI World Without End


Sito Web: http://www.nealmorse.com

leonardo.cammi

view all posts

Bibliotecario appassionato a tutto il metal (e molto altro) con particolare attenzione per l’epic, il classic, il power, il folk, l’hard rock, l’AOR il black sinfonico e tutto il christian metal. Formato come storico medievalista adora la saggistica storica, i classici e la letteratura fantasy. In Metallus dal 2001.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi