Pompei Nights – Recensione: Midnight Mistress

Gli svedesi Pompei Nights sono la scoperta più recente dell’etichetta bresciana Street Symphonies Records, una realtà carica di passione e di intuito per la caccia dei gruppi più adatti ai propri canoni stilistici. Questi cinque musicisti si presentano con un mini CD contenente due brani, la cui produzione e mixaggio sono stati fatti da Martin Sweet dei Crashdiet, altro biglietto da visita di tutto rispetto, precursore di un album che verrà pubblicato nel corso dell’anno.

‘Midnight Mistress’, brano di apertura, è un vivace insieme di riff saldamente ancorati al glam nordeuropeo contemporaneo, vivace al punto giusto, inframmezzato quando occorre da sapienti arrangiamenti per chitarra e spolverato di cori dove necessario. Il secondo brano, ‘I Want It’, ha un ritmo abbastanza simile al pezzo precedente, ma mette maggiormente in risalto le particolarità timbriche del cantante Joey Eden. Per quanto si possa capire poco dello stile di una band ascoltandone solo due brani, i Pompei Nights sembrano avere tutti i requisiti per fare un esordio col botto nel panorama glam e sleaze. Si allertino quindi le ragazzine che amano sculettare di fronte a una qualsiasi star svedese, perché anche in questo caso avranno di che soddisfare i loro occhi e le loro orecchie.

Voto recensore
7
Etichetta: Street Symphonies Records

Anno: 2011

Tracklist:

1-      Midnight Mistress

2-      I Want It


Sito Web: www.myspace.com/pompeinights

anna.minguzzi

view all posts

E' mancina e proviene da una famiglia a maggioranza di mancini. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi mai smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va al cinema, canta, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Adora i Dream Theater, anche se a volte ne parla male.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi