Darkwell – Recensione: Metat[r]on

Nuova release per i gothic metallers Darkwell, ‘Metat[r]on’ è in realtà un disco piuttosto spento e privo di elementi realmente interessanti. Atmosfere soffuse, tappeti di riff abbastanza in vista ma sempre “quieti” per rimanere in assonanza con il genere, spruzzate di elettronica e voce femminile ora pulita, ora soprano leggero.

Una formula un po’ obsoleta ma tutto sommato accattivante, qualche buona idea (‘Crown Of Thorn’ e Hope Unborn’, entrambe romantiche e ruffiane quanto basta) e per il resto noia. I brani appaiono in una visione d’insieme fin troppo simili tra loro, senza una particolare carica e poco ispirati. Inoltre, una produzione stranamente essenziale di certo non aiuta quell’amalgama di elementi che forse i Darkwell avrebbero voluto proporre.

Eh no, non basta il dolce visino della singer Stephanie in copertina per salvare le sorti di ‘Metat[r]on’…

Voto recensore
4
Etichetta: Napalm Records / Audioglobe

Anno: 2004

Tracklist:

01.Fate Prisoner
02.Strange
03.Metatron
04.Crown Of Thorn
05.The Machine
06.Hope Unborn
07.Nothingness
08.Far Cry
09.Last Glance


andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi