Riverside – Recensione: Memories In My Head

Autori di uno dei lavori più convincenti del 2009 (“Anno Domini High Definition”) tornano in formato “ristretto” i Riverside, riprendendo nel titolo (“Memories In My Head”) e nelle intenzioni proprio un altro EP, quel “Voices In My Head” datato 2006.

Questo lavoro sembra risentire dell’esperienza solista del leader Mariusz Duda a nome Lunatic Soul anche se il trasporto emotivo trasmesso all’ascoltatore è decisamente più organico e concentrato sulla forma canzone; il lato più mellow dei polacchi fa emergere prepotentemente le influenze Anathema e Porcupine Tree, peraltro già ampiamente riscontrabili nella loro produzione precedente.

In sintesi 33 min. assolutamente dignitosi ma che poco aggiungono ad una discografia già meritevole di approfondimento per il suo livello qualitativo decisamente sopra la media.

Voto recensore
7
Etichetta: Glassville

Anno: 2011

Tracklist:

01. Goodbye Sweet Innocence

02. Living In The Past

03. Forgotten Land


Sito Web: http://riversideband.pl/en/index.php

alberto.capettini

view all posts

Fan di rock pesante non esattamente di primo pelo, segue la scena sotto mentite spoglie (in realtà è un supereroe del sales department) dal lontano 1987; la quotidianità familiare e l’enogastronomia lo distraggono dalla sua dedizione quasi maniacale alla materia metal (dall’AOR al death). È uno dei “vecchi zii” della redazione ma l’entusiasmo rimane assolutamente immutato.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi