707 – Recensione: Mega Force

Altra uscita importante per le ristampe dei classici dell’AOR dell’MTM è il terzo album degli AOR-pomp rocker americani 707. Il gruppo di Detroit si forma nel lontano 1976 e ‘Mega Force’ (titolo legato ad una canzone dell’album che verrà anche utilizzata per la colonna sonora di un film dallo stesso titolo) è il terzo lavoro del gruppo, uscito originariamente nel 1982. Riascoltare oggi queste composizioni pone un dilemma in quanto i brani risentono sino in fondo dell’epoca in cui sono stati composti (abbastanza discutibile, ad esempio, quanto fatto dal tastierista Tod Howarth) e sembrano non avere la forza di restare “immortali” come i pezzi di altri mostri sacri quali Journey o Survivor. In ogni caso le linee vocali non eccelse del cantante-chitarrista Kevin Chalfant sono supportate da buoni spunti di chitarra e da cori all’altezza che rendono complessivamente frizzante la miscela musicale. I brani che colpiscono maggiormente sono la grintosa title-track, la melodicissima ‘Out Of The Dark’ ed alcuni pezzi rokkeggianti come ‘Hello Girl’. Interessante, nell’economia del CD, l’inserimento di ben sei bonus tracks, che rendono impedibile l’acquisto del CD per gli amanti del genere.

Voto recensore
6
Etichetta: MTM / Fronties

Anno: 2004

Tracklist:

01. Mega Force
02. Can't Hold Back
03. Get To You
04. Out Of The Dark
05. Hell Or High Water
06. We Will Last
07. Hello Girl
08. Write Again
09. No Better Feeling
10. Heartbeat
BONUS TRACKS:
11. Eagle One
12. Mega Stomp
13. Mega Force 2
14. Eagle One 2
15. The Float
16. Mega Force (live)


leonardo.cammi

view all posts

Bibliotecario appassionato a tutto il metal (e molto altro) con particolare attenzione per l’epic, il classic, il power, il folk, l’hard rock, l’AOR il black sinfonico e tutto il christian metal. Formato come storico medievalista adora la saggistica storica, i classici e la letteratura fantasy. In Metallus dal 2001.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi