Starbreaker – Recensione: Love’s Dying Wish

“Love’s Dying Wish” segna il gradito ritorno dello “stunt guitarist” Magnus Karlsson con uno dei suoi innumerevoli progetti, ovvero la multinazionale Starbreaker; come ormai saprete suddetta band è diventata la priorità anche del singer deluxe Tony Harnell che ormai da tempo ha abbandonato definitivamente la nave TNT ed inoltre annovera tra le proprie fila anche il mostruoso batterista John Macaluso.

Gli Starbreaker non sono forse la creatura più riuscita del chitarrista svedese (continuiamo a preferire i Last Tribe ed il progetto Allen/Lande produzioni meno grezze e decisamente più curate) nonostante i citati musicisti coinvolti e divideranno una volta di più critica e pubblico tra quelli che riconoscono in Karlsson (oltre che un’oggettiva bravura alla sei corde) la capacità di creare ogni volta il refrain perfetto ed altri che lo accuseranno di aver ormai standardizzato in eccesso il proprio songwriting. In effetti non sono molte le differenze tra questo lavoro ed il predecessore tranne forse per un mood generale più dark ed oscuro (con solo qualche sprazzo di momenti più mielosi in concomitanza delle immancabili ballad “Hide” e “Hello, Are You Listening?”) come ben dimostrato dalle prime due tracce dell’album o da “Building A Wall”; questa è un’evoluzione del sound che probabilmente ci si sarebbe dovuti aspettare visto l’andamento di alcune composizioni dell’esordio…insomma un hard rock potente ma dal taglio moderno con canzoni non memorabili (diciamolo, non propriamente dei classici) ma dall’alto livello di coinvolgimento emotivo ed una prova strumentale degna di nota. Ennesima ottima uscita di questa primavera/estate per la Frontiers anche se è innegabile una piccola delusione nel vedere il potenziale di questa band non completamente sfruttato.

Voto recensore
7
Etichetta: Frontiers

Anno: 2008

Tracklist: 01. End Of Alone
02. Evaporate
03. Love’s Dying Wish
04. Unknown Superstar
05. Hide
06. Building A Wall
07. Beautiful Disaster
08. Live Your Life
09. Hello, Are You Listening?
10. Changes Me
11. The Day Belongs To Us
12. This Close

Sito Web: http://www.myspace.com/starbreaker

alberto.capettini

view all posts

Fan di rock pesante non esattamente di primo pelo, segue la scena sotto mentite spoglie (in realtà è un supereroe del sales department) dal lontano 1987; la quotidianità familiare e l’enogastronomia lo distraggono dalla sua dedizione quasi maniacale alla materia metal (dall’AOR al death). È uno dei “vecchi zii” della redazione ma l’entusiasmo rimane assolutamente immutato.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi