Robin Beck – Recensione: Livin’ On A Dream

Sembra vivere una seconda vita Robin Beck, che dopo l’ottimo ‘Do You Miss Me’ (2005) cerca di ripetersi: l’impresa non riesce del tutto, anche se qualche episodio rimane degno di nota. Al di là della scarsa originalità, sono proprio le canzoni a non funzionare sempre in uesto ‘Livin’ On A Dream’. Oltre ad una copertina in cui continua a comparire lei, il che non è certo testimonianza di un grande sforzo di creatività artistica. Ma bando alle opinioni estetiche e un’occhiata alla band che accompagna la cantante in questa uscita: anche in questo caso è presente il marito James Christian, che si occupa direttamente di basso e tastiere. Completano il gruppo Jimi Bell alla chitarra e William Zampa alla batteria.

Dopo un inizio da dimenticare, arrivano la discreta ‘Love Me Like A Man’ e soprattutto l’ottima ballad ‘Always’, peraltro in forte odore di Roxette – cosa che magari non entusiasmerà i lettori abituali di questo sito ma che in un genere come l’AOR funziona eccome. Proprio questo episodio, in effetti, marca la virata dell’album in una convincente direzione pop, come conferma la successiva ‘Nothing’s Gonna Change Your World’: forse perché Robin Beck non suona più credibile quando cerca di cantare "arrabbiata", forse per un difetto della produzione, curata da James Christian e Tommy Denander, è con pezzi come questo che ‘Livin’ On A Dream’ prende quota. Come in ‘Do You Miss Me’, sono le Heart dell’album omonimo, da questo punto in poi, il termine di paragone più immediato: basti ascoltare ‘Can’t Get Enough Of Your Heart’, o le numerose altre mid-tempo che costellano tutta la seconda parte dell’album. Un album che rimane piacevole, senza tuttavia lasciare il segno. Almeno fino al significativo duetto finale proprio con James Christian, che impreziosisce la non entusiasmante ‘Till The Last Tear Drop Falls’.

Bene quando si rilassa, meno quando cerca di fare la rocker, Robin Beck consegna comunque un album sufficientemente fresco per confermare che ha ancora delle cose da dire. L’ombra del marito rimane ed è pesante, ma se si considera il valore assoluto di ‘Livin’ On A Dream’ non ci si può lamentare più di tanto.

Voto recensore
6
Etichetta: Frontiers

Anno: 2007

Tracklist: 01. Livin' On A Dream
02. Show Me The Way
03. Love Me Like A Man
04. Always
05. Nothing's Gonna Change Your World
06. Seventeen Forever
07. Can't Get Enough Of Your Heart
08. Runaway
09. Wrapped Around Your Finger
10. It's Magic
11. I Can't Walk The Line
12. Till The Last Tear Drop Falls
13. Love Lies

giovanni.barbo

view all posts

Appassionato di cinema americano indipendente e narrativa americana postmoderna, tra un film dei fratelli Coen e un libro di D.F.Wallace ama perdersi nelle melodie zuccherose di AOR, pomp rock, WestCoast e dintorni. Con qualche gustosa divagazione.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi